Elon Musk ha messo TweetDeck dietro un paywall. È l’ultima goccia per gli utenti di Twitter?

0
303

Gli utenti dei social media si sono lamentati del fatto che TweetDeck – un servizio di dashboard per visualizzare meglio i tweet, ora noto come X Pro – sia stato messo dietro un paywall.

Con grande disappunto di molti utenti dei social media, Elon Musk sembra aver spostato TweetDeck dietro un paywall.

Il servizio, che prima era un’applicazione indipendente e gratuita, è stato rinominato X Pro dal miliardario dopo il rebrand di Twitter in X il mese scorso.

Da mercoledì, l’URL tweetdeck.twitter.com porta ora gli utenti a un’iscrizione a X Premium Blue che costa poco più di 9 euro al mese.

TweetDeck è stato rilasciato più di dieci anni fa come piattaforma di terze parti e acquisito da Twitter nel 2011. Veniva utilizzato come dashboard per visualizzare e interagire meglio con i tweet.

Gli utenti potevano monitorare più account, pubblicare e reagire dal sito web o dall’app, oltre a visualizzare elenchi, tendenze, hashtag e altro ancora in colonne separate.

TweetDeck è l’ultimo servizio su X a passare dietro un paywall da quando Musk ha acquisito Twitter alla fine dello scorso anno.

Una delle prime modifiche apportate alla piattaforma è stata quella di far pagare gli utenti per avere un account Twitter verificato, una mossa che all’epoca è stata oggetto di molte critiche. Nel tentativo di invogliare gli utenti a pagare per i suoi servizi, un abbonamento verificato a Twitter permetteva agli account di scrivere post più lunghi e di formattarli, nonché di posizionarsi più in alto nelle conversazioni.

Ha anche riportato in vita diversi utenti banditi, tra cui l’account dell’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump, e ha licenziato la maggior parte del personale della piattaforma di social media.

Mercoledì molti utenti si sono lamentati del fatto che la perdita di TweetDeck potrebbe far loro abbandonare definitivamente la piattaforma.

Nelle ultime settimane, Twitter ha avviato un rebranding verso X, abbandonando l’iconico logo dell’uccello sulla sede centrale e sul sito web e sulle app del social media a favore di una nuova icona X.

Il team di supporto della piattaforma aveva precedentemente dichiarato che erano in arrivo cambiamenti anche per TweetDeck.

La nuova versione del servizio è stata lanciata all’inizio di luglio e ha dichiarato che sarebbe stata accessibile solo agli utenti verificati entro 30 giorni. A quanto pare, hanno mantenuto la promessa.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here