Apple sta cercando di garantire un numero sufficiente di chip M3 per il prossimo anno

0
293
Apple: in arrivo nuova funzionalità per iPhone e Watch

Abbiamo già sentito che Apple si è assicurata la parte del leone della capacità produttiva di chip 3nm del produttore TSMC. L’ultima indiscrezione suggerisce che l’ordine si è ampliato fino a richiedere l’intera fornitura di TSMC per i prossimi 12 mesi.

Secondo un rapporto dell’Economic Daily News, gli ordini di processori di Apple occuperanno l’intera capacità produttiva di TSMC a 3 nm. Si tratta di una vittoria significativa per il produttore di Mac e iPhone, poiché il nodo a 3 nm di TSMC è più avanzato di quello di Samsung.

I computer Mac di prossima generazione di Apple dovrebbero essere dotati di processori M3 ad alte prestazioni ed efficienza basati su N3 (nodo a 3 nm). Anche gli iPhone 15 Pro e Pro Max vanteranno chip A17 Bionic di questo tipo.


Ogni riduzione delle dimensioni di produzione comporta un aumento delle prestazioni e un minor consumo di energia. La differenza sarà più evidente per i nuovi computer Mac, poiché i chip della serie M2 utilizzano il design N5P (nodo a 5 nm con prestazioni migliorate) di TSMC. L’iPhone 14 Pro era dotato di un design TSMC N4, l’A16 Bionic.

Il design dei chip a 3 nm di TSMC sarà più veloce e più efficiente di qualsiasi altra tecnologia di consumo. Apple sarà la prima a utilizzare questi processori nei prodotti che verranno lanciati nel corso dell’anno. Se l’indiscrezione è corretta, Apple potrebbe anche avere un accesso esclusivo per i prossimi 12 mesi.

Questa notizia potrebbe contribuire a dissipare i timori di una possibile carenza di chip da parte di Apple nel 2024. Il gigante tecnologico dispone di una catena di approvvigionamento talmente solida da aver sostenuto livelli di produzione elevati durante la maggior parte delle pandemie di carenza di chip.

Dato il potenziale di significativi aumenti di velocità e di una maggiore durata della batteria, l’evento autunnale di Apple dovrebbe essere più interessante che mai, con nuovi potenti Mac e iPhone. Sono attesi un nuovo iMac, un MacBook Air da 13 pollici e un MacBook Pro da 13 pollici.

Questa dotazione potrebbe però comportare un aumento dei prezzi. Come sottolinea l’analista Ming-Chi Kuo, Apple acquisterà l’ultimo nodo finito di TSMC. Secondo l’analista, l’azienda incamera il prezzo dei chip difettosi nel costo dei wafer finiti, facendo salire costantemente il prezzo dei nuovi processori. L’analista prevede che l’A17 di quest’anno (e probabilmente l’M3) continuerà questa tendenza.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here