Corte Suprema: Apple non ha ancora bisogno di aprire i pagamenti su App Store

0
268
epic

Il giudice Elena Kagan respinge la richiesta di Epic di annullare il rinvio dell’ordine di bypassare il sistema di pagamenti di Apple da parte degli sviluppatori
La Corte Suprema ha respinto il tentativo di Epic Games di far cambiare immediatamente le regole dell’App Store di Apple, secondo quanto riportato da Reuters.

Si tratta dell’ultima escalation del caso giudiziario del 2021 tra le due aziende. La battaglia è iniziata con il tentativo di Epic di vendere la valuta virtuale Fortnite direttamente agli utenti iOS senza passare attraverso il sistema di elaborazione dei pagamenti dell’App Store di Apple, negando alla piattaforma la consueta quota del 30% dei ricavi.

La causa si è conclusa con il giudice distrettuale statunitense Yvonne Gonzalez Rogers che ha dato ragione ad Apple per tutti i capi d’accusa tranne uno, ordinando al produttore di iPhone di abbandonare le pratiche anti-sterzo e di aprire l’App Store in modo che gli sviluppatori possano utilizzare processori di pagamento alternativi.

Apple ha fatto appello alla sentenza e a dicembre un gruppo di giudici ha rinviato l’ordine di aprire i pagamenti dell’App Store fino alla definizione dell’appello dell’azienda.

All’inizio di quest’anno una corte d’appello statunitense ha concordato con la sentenza iniziale su tutti i punti, ma l’ordine originale di aprire i pagamenti rimane in pausa mentre Apple prepara un appello alla Corte Suprema.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here