Clubhouse deve difendere la sua creazione

0
120
Clubhouse

Clubhouse ha avuto un anno incredibile quando la maggior parte di noi preferirebbe dimenticare. Ecco l’app audio live lanciata durante una pandemia. Ha ottenuto più di 10 milioni di download per un’app solo su invito e solo per iOS. Ci è riuscito al punto che quasi tutte le piattaforme social vogliono copiarlo. Congratulazioni a Clubhouse.

ClubHouse, una sfida per tutti?

Tuttavia, l’azienda ora deve ancora affrontare le sue sfide più grandi. Per prima cosa, la pandemia sta calando e le persone potrebbero essere più interessate alla socializzazione nella vita reale invece che alle conversazioni facilitate attraverso il telefono. Ci sono persone che non finiscono mai di voler parlare agli altri in linea. Ma ben presto ritorneranno i posti fisici per farlo. 

Twitter, Facebook (secondo quanto riferito), LinkedIn , Discord , Spotify , Mark Cuban e Slack hanno tutti lanciato o stanno lavorando ai propri social audio. Il web sta per darsi da fare.

Audio social come le storie

La grande preoccupazione per Clubhouse è che l’audio social potrebbe seguire la stessa traiettoria della funzione Storie di Snapchat. Un’idea geniale che però altera i social media e che continua a vivere in ogni app a scapito del primo arrivato. 

E con l’audio social si preannuncia la stessa strada. Con la minaccia in crescita, vale la pena guardare dove è più probabile che Clubhouse incontri dei problemi.

Cosa ha da offrire Clubhouse?

È stato il primo a fare social audio, e questo è molto. Conta già milioni di utenti che arrivano a Clubhouse esclusivamente per contenuti audio social. Include nomi accattivanti come Elon Musk, Mark Zuckerberg, Bill Gates e altre celebrità.Gli amministratori delegati della tecnologia stanno persino facendo annunci in Clubhouse.

L’app genera notizie e discussioni. È qualcosa di molto più complicato da clonare per altre aziende.Le persone hanno anche costruito abitudini attorno a Clubhouse, che è un segno positivo per la fidelizzazione degli utenti. Il team prevede inoltre di lanciare un programma per i creativi nel prossimo futuro che ricompenserà i suoi utenti.

In Clubhouse molte assunzioni d’oro

E soprattutto, l’app ha assunto personale nell’ultimo mese. La società ha recentemente ‘rubato’ Fadia Kader da Instagram per guidare i suoi creatori. Su Instagram, ha lavorato con musicisti per aiutarli a ottimizzare il loro lavoro sulla piattaforma. Presumibilmente, farà qualcosa di simile al Clubhouse. 

Clubhouse ha anche assunto Maya Watson da Netflix per diventare il suo capo del marketing globale, il che significa che presto dedicherà risorse alla promozione di Clubhouse piuttosto che fare affidamento principalmente sul passaparola. Questi sono tutti passaggi importanti per mantenere Clubhouse interessante.

Concorrenza

Ma l’app ora deve affrontare la concorrenza di alcune delle più grandi piattaforme del mondo, che hanno già anni di esperienza di moderazione, sono disponibili su iOS e Android e hanno una base di utenti massiccia e fedele su cui possono spingere l’audio social. 

Alcune aziende, come Twitter e Discord, hanno già trasmesso le funzionalità di social audio live ai loro milioni di utenti con effettivamente la stessa interfaccia di Clubhouse. Chiunque non avesse un invito a Clubhouse o un iPhone, ora può accedere alla magia dell’audio social senza alcuna associazione a Clubhouse.

Spotify ha annunciato questa settimana di aver acquisito Betty Labs, il creatore dell’app di social audio incentrata sullo sport Locker Room. Prevede di portare l’app su Android, cambiarne il nome e ampliare la sua copertura a musica, cultura e sport. Potrebbe competere direttamente con Clubhouse. 

Un futuro incerto per Clubhouse

I musicisti, come Bieber, che è arrivato su Clubhouse per fare il debutto musicale, potrebbero rivolgersi all’app di Spotify invece per mantenere i rapporti con il gigante dello streaming. Come punto di riferimento, quando Kylie Jenner ha twittato di aver aperto a malapena Snapchat, le azioni della società hanno perso $ 1,3 miliardi. Se star come Tiffany Haddish decidono di trascorrere il loro tempo altrove, anche Clubhouse vacillerà.

Allo stesso tempo, alcuni di questi concorrenti sono specificamente interessati a integrare la registrazione nativa nella loro app, possibilmente per alimentare l’ecosistema dei podcast e l’ascolto su richiesta. Clubhouse deve ancora farlo. Fireside, che è stato co-fondato da Mark Cuban, consente alle persone di inserire effetti sonori, come la musica, e registrare i loro programmi per la distribuzione su piattaforme di podcast, così come la riproduzione successiva sull’app stessa. 

Spotify probabilmente farà lo stesso con la sua app e si affiderà al suo software Anchor per gestire l’hosting e la distribuzione. Il capo di Twitter ha detto che anche loro avrebbero permesso alle persone di registrare. Clubhouse non ha costruito quella funzionalità, limitando i suoi utenti a conversazioni dal vivo, che possono essere difficili da seguire se si uniscono a loro a metà. 

Snapchat e concorrenza spietata

Le storie hanno reso Snapchat un successo. Ha aperto la strada all’idea di contenuto effimero e ha riportato una parvenza di autenticità sui social media. Ma non ci volle molto perché la funzionalità arrivasse agli stessi concorrenti che Clubhouse ora deve affrontare. Per far funzionare la sua attività, Snapchat ha raddoppiato la sua app Android, ha reso l’app più accessibile ai nuovi utenti attraverso una riprogettazione e ha perseguito in modo aggressivo partnership sui contenuti con società di media e intrattenimento. 

Ora paga gli utenti per creare contenuti per il suo concorrente TikTok Spotlight e supporta un’attività pubblicitaria in crescita, ma alla fine Instagram ha ottenuto la corona per le storie. Clubhouse non ha ancora cercato annunci o abbonamenti, ma questo sarà il prossimo passo per renderlo una piattaforma auto-supportata.

Questo solo per dire che Clubhouse non sopravviverà se non costruirà un business forte nei prossimi mesi e anni.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here