Beats Studio Buds: auricolari wireless per tutti

0
306

I Beats Studio Buds sono gli auricolari wireless più piacevoli per la folla che siano mai arrivati da Apple.

Con quale telefono posso usare i Beats Studio Buds?

Sorprendentemente, gli Studio Buds funzionano con dispositivi Apple e Android allo stesso modo e addirittura arrivano a sfruttare la tecnologia di accoppiamento veloce di entrambi i sistemi operativi. Indipendentemente dal telefono che hai, il design minuscolo, il suono decente e la cancellazione del rumore rendono questi un set di gemme wireless attraente per tutti. Ci sono alcuni altri vantaggi e alcuni lati negativi nell’utilizzo degli Studio Buds, ma per la maggior parte, questi sono i migliori auricolari intorno per la maggior parte delle persone. Per accoppiare gli auricolari, tutto quello che devi fare è tenere premuto il singolo pulsante sulla custodia vicino a un telefono e inizia automaticamente il processo di accoppiamento. Su Android, gli Studio Buds ti chiedono anche di scaricare l’app Beats, permettendoti di rinominare i tuoi boccioli e abilitare l’assistente vocale del tuo telefono. Su iOS, puoi fare questo dalle impostazioni Bluetooth del tuo dispositivo. Puoi anche abilitare/disabilitare la cancellazione del rumore dal Centro di controllo.

Leggerezza da indossare tutto il giorno

La parte migliore degli Studio Buds è il fatto che sono super leggeri. Arrivando a soli 5 g per gemma, si sentono quasi senza peso quando sono annidati nelle orecchie. Questo li rende facili da indossare per ore, e dato che sono così piccoli, non mi sono mai sentito come se stessi per buttarli fuori dalle orecchie quando sono stato attivo o ho regolato la mia maschera. Anche la custodia di ricarica è relativamente sottile, permettendo di stare bene in tasca. Nel complesso, sono un grande fan dell’hardware dei boccioli.

Tasti piccoli ma comodi

Anche i minuscoli pulsanti su ogni auricolare sono cliccabili e funzionano molto meglio dei controlli touch sugli auricolari concorrenti. Entrambi gli auricolari funzionano allo stesso modo: un tocco riproduce/pausa, due tocchi rapidi saltano in avanti e tre colpetti saltano indietro. E’ possibile toccare per rispondere a una chiamata o tenere il pulsante per scambiare tra cancellazione del rumore e modalità di trasparenza. Dato che i controlli on-ear sono piuttosto basilari, mi sarebbe piaciuto un modo intelligente per consentire agli utenti di regolare il volume senza prendere il telefono.

Batteria eccellente

Gli utenti ricevono anche tre misure di coperture per auricolari e un piccolo cavo USB-C per la ricarica. Il fatto che i Beats Studio Buds possano connettersi senza problemi a entrambi i dispositivi Android e iOS è un altro grande vantaggio. Anche se gli Studio Buds sono piccoli, la durata della batteria è eccellente. Si ottengono cinque ore per ogni auricolare con la cancellazione del rumore abilitata e otto senza. Puoi anche ottenere due cariche extra dalla custodia. Se la batteria è scarica, puoi anche ottenere un’ora extra di ascolto con una carica rapida di cinque minuti.

Facili da trovare

Entrambi i sistemi operativi sincronizzano i Beats Studio Buds nelle loro rispettive app per oggetti smarriti, permettendoti di trovarli se li hai smarriti. Tuttavia, iOS è un po’ più avanti in quanto è possibile riprodurre un suono per trovare gli auricolari se sono nelle vicinanze, ma fuori dalla vista.

Meglio non telefonare

Se passate molto tempo a telefonare con gli auricolari, le Studio Buds non fanno per voi, dato che la qualità del microfono è davvero insoddisfacente. Anche la cancellazione del rumore degli Studio Buds non è al top. Il loro design con un solo microfono li fa cadere al di sotto dei concorrenti come AirPods Pro.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here