Xiaomi Poco M3: sfumature di ecosostenibilità

0
1562
Xiaomi Poco M3

“People have the power”, cantava Patti Smith. L’energia è il motore vitale proprio di ogni essere vivente. Quando questa viene a mancare, un intero equilibrio si spezza. La vita appare improvvisamente più offuscata. Meno accessibile in tutte le sue sfumature. Ecco perché il potere energetico è una necessità sempre più sentita dai/dalle cittadini/e del pianeta Terra. A questo proposito, anche gli oggetti d’uso quotidiano devono stare al passo con quest’esigenza. Lo smartphone Xiaomi Poco M3 sembra soddisfare appieno quest’occorrenza.

Quali sono le peculiarità del nuovo Xiaomi Poco M3?

Ci troviamo di fronte a un dispositivo senza pari. Schermo LCD IPS da 6.53 pollici di diagonale con risoluzione nativa FHD+ 2340 x 1080 pixel. Chipset Snapdragon 662  prodotto a 11 nm. CPU Octa-Core. GPU Adreno 610. E soprattutto, una batteria da 6000 mAh con supporto alla ricarica rapida via cavo a 18W. Se siete amanti delle lunghe telefonate, questo dispositivo potrebbe fare il caso vostro. Questo perché esso garantisce fino a 46 ore di conversazione telefonica. Anche per quanto riguarda la navigazione su internet, i dati sono confortanti. Lo Xiaomi Poco M3 consente di esplorare il web per ben 21 o re e 57 minuti. Oltre a 17 ore e 3 minuti di riproduzione video. Stiamo dunque parlando di un oggetto tecnologico a dir poco rivoluzionario.

Una scelta ecosostenibile?

Quando si tratta di acquistare dispositivi elettronici, non è sempre facile avere un occhio di riguardo per l’ambiente. Di certo, anche in questo caso non possiamo affermare di trovarci di fronte a una scelta completamente ecosostenibile. Ogni smartphone è composto da materiali che possiedono un impatto ambientale non da poco. Sia per quanto riguarda la loro estrazione e il loro impiego, che per quanto concerne lo smaltimento. Ecco perché è prediligibile acquistare telefoni usati o ricondizionati. Tuttavia, dobbiamo ammettere che lo Xiaomi Poco M3 può considerarsi una valida alternativa. Il fatto che questo dispositivo possieda una batteria più duratura rispetto alla maggior parte degli altri smartphones, comporta un minore consumo d’energia. Dunque un impatto ambientale meno ingente.

Xiaomi Poco M3: uno smartphone necessario?

Non è comunque detto che questo congegno faccia al caso nostro. Non sempre si tende a utilizzare il telefono in maniera così costante. Tanto da necessitare una batteria così resistente. Di certo, questa peculiarità potrebbe risultare comoda a molte persone. E magari permettere di risparmiare qualche soldo sulla bolletta. Tuttavia, dovremmo prima comprendere la nostra situazione personale, prima di catapultarci in questo acquisto. Cercando di capire se veramente gioverebbe alla nostra quotidianità. Se risulterebbe utile al nostro bisogno di tecnologia. Durante questi mesi l’impatto comune verso questi dispositivi elettronici è di certo mutato. Per molte persone, specialmente per i più giovani, si sono trasformati da strumento di svago a mezzo necessario. Dunque possiamo affermare che, nonostante tutto, questo smartphone sia particolarmente al passo con i tempi.

Un costante bisogno d’energia

Nel corpo umano, la “moneta di scambio energetica” è l’ATP. Grazie a questo ribonucleotide, gli esseri umani sono in grado di esplorare questo viaggio chiamato vita. Nonostante la meta rimanga sconosciuta agli occhi di molti, è fondamentale armarsi di forza. Al fine di affrontarlo. Di scorgere quelle sfumature che altrimenti resterebbero oscurate dal torpore e dalla debolezza. Un dispositivo che sta al passo con quest’esigenza, può farci comprendere quanto le necessità umane spesso si trasferiscano negli oggetti d’uso comune. Affinché anche quest’ultimi possano risultare utili all’esplorazione di questo strano cammino.


Xiaomi Wi-Fi Extender: una luce nell’oscurità?


LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here