PlayStation June Showcase è in arrivo prima del Summer Game Fest

0
406

L’imminente cancellazione dell’E3 si avvicina costantemente da un po’ di tempo, come un treno espresso su binari ben oliati, ma un recente post su Discord del sempre affidabile JeffGrubb rivela che Sony ospiterà il PlayStation June Showcase prima del Summer Game Fest (il sostituto pseudo-digitale dell’E3), insieme ad altri editori di giochi che si sono tirati indietro e hanno confermato la loro presenza al Summer Fest prima della scomparsa dell’E3, come Xbox e Ubisoft.

PlayStation June Showcase: cosa sappiamo

L’elenco di Grubb dimostra che gli sviluppatori e gli editori di videogiochi sono desiderosi come sempre di accaparrarsi le luci della ribalta durante lo stesso periodo di giugno, in un modo che sembra indistinguibile da quello che sarebbe stato l’E3 (e la tempistica e il coinvolgimento della vetrina di Sony conferiscono peso a questa osservazione). La cancellazione di uno degli eventi più amati dai videogiocatori è dovuta a diversi fattori interconnessi, come ha spiegato il presidente dell’ESA dopo l’annuncio, citando questioni come le difficoltà economiche e le sfide di risorse per il loro impatto sulla capacità dell’E3 di mantenere il suo precedente equilibrio. Tuttavia, il nostro Jack Peachey potrebbe aver individuato con precisione il motivo principale per cui Sony, Xbox e Ubisoft tengono i loro eventi nello stesso periodo, nonostante presumibilmente soffrano di problemi economici e di allocazione delle risorse.

Il Summer Game Fest

La sua analisi suggerisce che ogni piattaforma preferisce avere una presenza più significativa alle fiere più piccole e alle dirette online, dove può avere un controllo completo sulle proprie presentazioni. Inoltre, elogia gli eventi online per aver eliminato gran parte dell’hype a favore della pura rivelazione di giochi e hardware, in quanto espongono i loro prodotti alle moderne forze di marketing degli influencer di Internet e del passaparola. Tutto questo sembra allinearsi con un aspetto particolare che manca all’E3 ma che il Summer Game Fest possiede, e che è presente anche nella futura roadmap estiva di Jeff: il Keigh3 Days of Play. Si tratta di una convention promozionale fisica simile ai giganteschi stand dell’E3, ma più localizzata, che si svolge in un’unica stanza piena di demo di giochi che i giocatori possono provare senza alcun disturbo o fastidio per la stampa. Secondo Wes e Morgan di PC Gamer, la differenza principale è che i partecipanti possono prenotare appuntamenti per provare i giochi e chiacchierare con gli sviluppatori al proprio ritmo. Tuttavia, la maggior parte delle demo che hanno provato duravano solo 15 minuti, non a un livello tale da essere indicativo dei prodotti finali (o del motivo per cui Keigh3 Days of Play è diverso o essenziale da avere). Il Summer Game Fest avrà il suo bel da fare per sostituire un evento grandioso come l’E3. Tuttavia, la partecipazione di Sony potrebbe potenzialmente ripristinare parte di ciò che è andato perduto ed evocare nei giocatori ricordi nostalgici simili a quelli che l’E3 ha rappresentato. Questo è un punto da considerare soprattutto se si considera ciò che già sappiamo del robusto portafoglio di giochi di Sony, con giochi come Final Fantasy 7 Rebirth, Steller Blade, Silent Hill 2 Remake, Death Stranding 2, Knights of the Old Republic Remake, Marvel’s Spider-Man 2 e Marvel’s Wolverine, che sono tutti destinati a rendere più colorato qualsiasi evento se gestiti con la giusta cura e attenzione.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here