Le funzioni esclusive della fotocamera del Pixel 8 Pro sembrano funzionare anche sugli altri Pixel

0
415

Forse una delle caratteristiche più interessanti del Pixel 8 Pro è l’introduzione di controlli avanzati della fotocamera “Pro”, che consentono di regolare la velocità dell’otturatore, l’ISO e una pletora di altre impostazioni prima di scattare una foto. Sebbene Google abbia commercializzato queste funzioni solo per il Pixel 8 Pro, sembra che funzionino anche sugli altri Pixel.

Il 7 ottobre l’utente Twitter @Za_Raczke ha condiviso un video in cui i nuovi controlli della fotocamera del Pixel 8 Pro funzionano su un Pixel 7 Pro. L’utente afferma di essere riuscito ad attivare forzatamente le nuove funzioni utilizzando l’ultima versione dell’APK di Google Camera, a cui ha avuto accesso anticipato. Le funzioni sembrano funzionare su qualsiasi Pixel Tensor, dal Pixel 6 al Pixel 7 Pro.

Non è insolito che le aziende cerchino di trovare limitazioni artificiali come questa sui loro dispositivi, soprattutto se ne offrono uno come “opzione più performante”. Naturalmente, forzare questo tipo di funzionalità su un telefono diverso dal Pixel 8 Pro richiede alcune conoscenze tecniche, quindi non è esattamente facile da fare se non si sa come.

Ci si chiede però perché Google stia cercando di limitare i controlli della nuova fotocamera Pro al Pixel 8 Pro invece di offrirli a tutti i dispositivi Pixel con Tensor. Forse l’azienda ha intenzione di rilasciarlo più avanti, come ha fatto con Magic Eraser, che alla fine è passato ad altri dispositivi Pixel dopo il suo rilascio originale.

L’altra possibilità, ovviamente, è che si stia cercando di focalizzare l’attenzione su questa limitazione artificiale per cercare di spingere le persone ad acquistare i dispositivi Pixel 8 Pro rispetto agli altri Pixel. @Za_Raczke afferma che la funzione è davvero ben fatta e che i controlli della fotocamera Pro offrono un sacco di controllo all’utente con un semplice tocco, pur offrendo la natura “scatta e dimentica” che è diventata così comune nelle fotocamere degli smartphone.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here