Il Google Pixel 8 potrebbe avere un supporto software simile a quello dell’iPhone

0
372


Samsung ha stabilito lo standard per gli aggiornamenti software nell’ecosistema Android con quattro anni di aggiornamenti del sistema operativo e cinque anni di patch di sicurezza per i telefoni Galaxy.
L’imminente serie Pixel 8 di Google potrebbe potenzialmente superare i dispositivi Samsung e offrire un supporto software simile a quello degli iPhone.
Il passaggio di Google al suo SoC Tensor ha probabilmente permesso di estendere il supporto software.

Samsung ha stabilito lo standard per gli aggiornamenti software nell’ecosistema Android, promettendo quattro anni di aggiornamenti del sistema operativo e cinque anni di patch di sicurezza per i suoi migliori telefoni Galaxy. I telefoni Pixel di Google sono i primi a ricevere gli ultimi aggiornamenti Android, ma hanno diritto solo a tre aggiornamenti del sistema operativo. Secondo quanto riferito, la situazione cambierà con la prossima serie Pixel 8, che potrebbe addirittura superare i dispositivi Samsung e ottenere un supporto software simile a quello degli iPhone.

Apple di solito fornisce aggiornamenti iOS per gli iPhone per almeno 5 anni dopo il rilascio. E mentre l’iPhone X del 2018 non riceverà l’imminente aggiornamento iOS 17, riceve comunque importanti patch di sicurezza. Le fonti di 9to5Google sostengono che la politica di aggiornamento software del Pixel 8 potrebbe corrispondere a quella dell’iPhone. Non ci sono altri dettagli, ma sarebbe un grande affare se Google riuscisse ad avvicinarsi.

I più moderni core ARM v9 del prossimo Tensor G3 potrebbero aver giocato un ruolo chiave nella decisione di Google di fornire aggiornamenti del sistema operativo al Pixel 8 per un periodo più lungo. Le indiscrezioni indicano che il Tensor G3 di quest’anno apporterà significativi miglioramenti in termini di prestazioni ed efficienza rispetto alle ultime due iterazioni del Tensor.

Google ha aggiornato l’ultima volta la politica di aggiornamento software della linea Pixel con il lancio del Pixel 6 nel 2021. Tutti i dispositivi lanciati da allora hanno diritto a tre aggiornamenti del sistema operativo e a cinque anni di patch di sicurezza, compreso il Pixel Fold.

Il passaggio dell’azienda al SoC Tensor interno ha probabilmente permesso di estendere il supporto software. Questo perché Google ha il pieno controllo sull’intero stack di software e hardware, consentendole di stabilire per quanto tempo i suoi telefoni e tablet riceveranno gli aggiornamenti del sistema operativo e le patch di sicurezza. I Tensor della generazione attuale sono varianti fortemente personalizzate dei SoC Exynos di Samsung. Le cose potrebbero migliorare ulteriormente quando Google passerà alla personalizzazione completa dei chip Tensor, anche se, secondo quanto riferito, ciò non avverrà prima del 2025.

Le vecchie serie Pixel 4 e Pixel 5 con processore Snapdragon hanno ricevuto aggiornamenti del sistema operativo e della sicurezza per tre anni dopo il lancio. Quest’anno, sembra che Google sia pronta a raccogliere il testimone da Samsung e ad alzare lo standard del supporto software nell’ecosistema Android.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here