Xbox spende “oltre un miliardo di dollari all’anno” per Xbox Game Pass

0
221
Giochi Xbox Game Pass

“Non abbiamo in programma di portare Game Pass su PlayStation o Nintendo. Non è nei nostri piani”.

Xbox spende “oltre un miliardo di dollari all’anno” per il suo servizio di abbonamento Xbox Game Pass.

A dirlo è lo stesso capo di Xbox Phil Spencer, che ha confermato la cifra da capogiro in un’intervista a Windows Central all’inizio della settimana.

ì “Abbiamo investito un sacco di soldi nel mercato, oltre un miliardo di dollari all’anno per il supporto dei giochi di terze parti che entrano in Game Pass”, ha detto Spencer.

“Quello che vediamo in Game Pass è un servizio che supporta tutti i tipi di giochi, dai più grandi ai giochi indie sconosciuti che non sapevi che ti sarebbero piaciuti finché non li hai giocati”.

“Game Pass è una delle cose che abbiamo costruito negli ultimi cinque anni e che continuiamo a far crescere. È su PC, è su cloud. È una parte importante dell’identità della console Xbox. E credo che continuerà a esserlo. E continueremo a cercare modi futuri per innovare il nostro portafoglio di giochi e la nostra piattaforma”.

E se vi siete aggrappati alla speranza che l’abbonamento di Xbox possa arrivare su altre piattaforme, temo che dovrete resistere ancora un po’.

“Non abbiamo in programma di portare Game Pass su PlayStation o Nintendo. Non è nei nostri piani”, ha confermato Spencer.

“La cosa su cui voglio concentrarmi è come continuare a innovare per le persone che si sono impegnate nella nostra piattaforma hardware. E come continuiamo a fare in modo che si sentano bene per il loro investimento in ciò che abbiamo costruito?”.

Xbox ha dichiarato di essere “attivamente al lavoro” per il lancio di uno store mobile in grado di competere con concorrenti del calibro di Apple e Google.

Parlando a San Paolo durante la convention sui fumetti e l’intrattenimento CCXP la scorsa settimana, Spencer ha detto che il passaggio al mercato mobile è una “parte importante” della strategia dell’azienda.

“Stiamo lavorando attivamente non solo da soli, ma anche parlando con altri partner che vorrebbero avere più possibilità di monetizzare sul telefono”, ha detto Spencer.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here