Worlds 2021 Finals Media Day

0
441

Il Global Head of LoL Esports di Riot, Naz Aletaha, e il Global Head of Esports, John Needham, hanno risposto alle domande sul potenziale passaggio a un formato a doppia eliminazione, sui Mercedes-Benz Championship Rings, su Wild Rift come esport e altro.
Come parte del Worlds 2021 Finals Media Day, i dirigenti della Riot si sono seduti con la stampa per rispondere ad alcune domande, prima della battaglia tra DWG KIA ed Edward Gaming.

La creazione degli anelli del campionato Worlds 2021

Naz Aletaha ha parlato innanzitutto della collaborazione con Mercedes-Benz per creare i primi anelli del campionato della Lega. “Prima di tutto, siamo molto grati per la collaborazione [con Mercedes-Benz]. Il “diritto di issare” la Summoners’ Cup è davvero un momento per il quale le squadre di tutto il mondo sono state in lizza tutto l’anno. È un momento enorme, uno dei più ambiziosi nel nostro sport. Pensiamo che la Summoner’s Cup faccia un lavoro incredibile per celebrare questo momento. Siamo grati alla Mercedes per essere venuta ad aiutarci a prendere quel momento ed essenzialmente a dare ai nostri pro-team, ai finalisti, ai vincitori qualcosa da portare a casa con loro. La coppa viene passata di anno in anno alla squadra vincitrice, ma con questa nuova alleanza siamo in grado di dare anelli di campionato ai vincitori, per commemorare l’evento e il loro risultato per sempre”.

Passare dai playoff a eliminazione singola a quelli a doppia eliminazione

Uno degli argomenti più frequentemente sollevati è stato il formato dei Mondiali, dalla mancanza di un bracket a doppia eliminazione, all’assenza di un matchup 3°/4° posto che porta alla scarsità di partner scrim nelle fasi successive del torneo, alla scarsità di Bo5 internazionali. “Il nostro sport è in un costante stato di crescita”, ha esordito Aletaha la prima volta che l’argomento è stato sollevato, “Quando pensiamo ai Mondiali e ai formati, stiamo davvero bilanciando ciò che renderà l’evento migliore e più competitivo. Ciò significa certamente che siamo aperti all’iterazione e al miglioramento, ma si ritorna a quell’equilibrio e a come ottimizziamo. E cerchiamo davvero di ottimizzare per, prima di tutto, l’integrità competitiva. Stiamo cercando di bilanciare il numero complessivo di partite in un torneo e l’impatto che ha sulle squadre in gara. E, naturalmente, vogliamo un torneo che renda un’esperienza davvero coinvolgente ed emozionante per tutti i milioni di fan che si stanno sintonizzando a casa. Quello che non posso dirvi oggi”, ha concluso, “è che aggiusteremo o meno il formato negli anni futuri. Ma quello che posso dire definitivamente è che abbiamo sentito il feedback e lo apprezziamo molto e certamente ci daremo un’occhiata”.

Worlds 2021 Finals: la doppia eliminzione è un’opzione?

A John Needham è stato poi chiesto di aggiungere la doppia eliminazione al formato dei Mondiali, specialmente dopo il successo della LPL nell’implementarla nei loro playoff di quest’anno, elaborando la precedente risposta di Aletaha. “Ogni anno guardiamo il nostro formato. Come ha detto Naz, vogliamo sempre offrire la competizione più eccitante – una che sia fantastica da vedere per i nostri fan [e] super eccitante per le nostre squadre a cui partecipare“, ha detto. “Siamo molto consapevoli del formato LPL e di quanto funzioni bene in Cina. È qualcosa che considereremo sicuramente andando avanti”.

Il formato di League Of Legends

Anche la questione della scena più ampia di League of Legends e del suo formato è stata sollevata, con un riferimento specifico all’allenatore di Cloud9, Mithy, che ha recentemente criticato il sistema della lega. Ha fatto notare come questo favorisca le squadre asiatiche a causa della loro vicinanza geografica che permette facili scrims, mentre le squadre occidentali sono relativamente isolate, e con lunghe divisioni che impediscono facili viaggi o bootcamping le squadre occidentali sono intrinsecamente lasciate in svantaggio, secondo lui. “Vogliamo avere uno sport molto equo per tutte le squadre che partecipano alle nostre competizioni. Certamente guardiamo gli scrims, e una delle cose più eccitanti quando si lanciano i Mondiali è vedere le squadre venire e scrim contro l’altro e giocare in coda da soli e questo diventa una cosa enorme su tutte le piattaforme sociali…” Needham ha iniziato, prima di passare alla domanda più propriamente. “Non vogliamo svantaggiare le squadre in alcun modo, quindi siamo costantemente alla ricerca di modi per migliorare e migliorare le condizioni per le nostre squadre per prepararsi alle competizioni. Guarderemo positivamente a questo”.

Worlds 2021 Finals: i favoriti

Le domande si sono rivolte anche all’estremità più leggera dello spettro, chiedendo ai dirigenti quale squadra favorissero in finale (Needham tifa per EDG e Meiko, a quanto pare), e quale serie pensavano fosse stata la migliore finora. Aletaha ha garantito per T1 contro DWG KIA. “Penso di dover andare per T1 contro Damwon -” a cui Needham ha acconsentito, “Andiamo, è stata la migliore! “- vedere Faker e ShowMaker andare testa a testa… due dei nostri grandi di tutti i tempi, entrambi, penso che sia stato un incontro davvero, davvero emozionante”. Un esame è stato portato anche su Naz Aletaha riguardo al Best of Fives. Nel corso dell’anno, abbiamo avuto solo un totale di 3 LCK contro LPL Bo5, 2 LCK contro LEC Bo5, 1 LCK contro LCS Bo5 e 1 PCS contro LPL Bo5.


Finali League of Legends Worlds 21 trasmesse nei cinema di tutta Europa

L’ascesa di un nuovo esport con Wild Rift

Su una tangente intrigante, John Needham è stato interrogato sul cugino mobile di League of Legends, Wild Rift, e su ciò che il futuro riserva al titolo come esport. “Wild Rift [è] ovviamente partito con un inizio davvero eccitante in Cina”, ha iniziato Needham. “Vediamo che i giocatori amano davvero il gioco, il che ci entusiasma. Abbiamo il nostro primo campionato mondiale, chiamato Horizon Cup, che si terrà subito dopo i Mondiali di quest’anno e siamo impegnati a progettare e costruire un nuovo esport intorno a Wild Rift. Ci sono tonnellate di cose che abbiamo imparato gestendo League of Legends per undici anni. Stiamo applicando molte di quelle basi a Wild Rift, ma vogliamo che sia un esport a sé stante, quindi non abbiamo intenzione di combinarlo con gli esports di League of Legends PC in alcun modo. Vogliamo che abbia la sua personalità, vogliamo servire i suoi fan e le loro esigenze speciali a modo loro. Quindi, investiremo molto in Wild Rift, vogliamo fare le cose in grande nell’esport, ma vogliamo trattarlo come uno sport a sé stante“.

Il ruolo femminile

A Naz Aletaha è stato anche chiesto il suo punto di vista sull’aumento delle fan e delle giocatrici in League of Legends e nella più ampia libreria di giochi Riot. “È davvero eccitante per me personalmente come donna, ma anche solo come fan di League of Legends vedere il nostro pubblico diversificarsi”, ha detto Aletaha. “Penso che Riot sia posizionata in modo unico in questo momento, perché più che mai ci sono punti di ingresso unici per il nostro pubblico per entrare nell’universo di League of Legends. Con ovviamente League of Legends il gioco, con il lancio di Wild Rift che ora rende League of Legends molto più accessibile per un pubblico più ampio – in realtà sappiamo e abbiamo visto che il pubblico del gioco mobile ha un equilibrio davvero sano di giocatori maschi e femmine. Il lancio di Arcane è un altro, e altre espressioni League dell’IP, quindi penso che il futuro sia davvero luminoso in termini di composizione del nostro pubblico – e francamente la dimensione del pubblico e il potenziale di crescita del pubblico”. Alethaha ha continuato a chiamare la nuova iniziativa Game Changers di Valorant come un esempio particolarmente buono di questo. “Alla Riot abbiamo iniziato a fare alcune incursioni davvero positive nel fornire più piattaforme per le giocatrici. Valorant Game Changers penso sia un esempio incredibile di questo, e sarà qualcosa che cercheremo di portare anche negli esports di League of Legends”.

Il futuro degli sport di Riot

Un’altra domanda incisiva è stata posta sulla mancanza di contenuti a lungo termine che seguono i giocatori e le squadre al campionato del mondo – qualcosa che apparentemente non è stato fatto da quando le famose serie “Eyes On Worlds” e “Legends Rising” sono finite intorno al 2019. Needham è stato molto sulla difensiva di Riot su questo. “Abbiamo davvero cercato di raddoppiare questo Worlds sui contenuti delle caratteristiche intorno alle squadre e ai loro migliori giocatori e penso che in realtà abbiamo fatto un buon lavoro nel dotare i nostri spettacoli di un sacco di contenuti sui giocatori. Tuttavia, ha ammesso che “non abbiamo pensato di fare un mucchio di contenuti lunghi per sostenere le partite, ma è un’idea super interessante. E posso dirvi che stiamo facendo qualcosa di super speciale per la Cerimonia di Apertura che penso mostrerà un modo diverso di pensare agli eventi e sarà un’esperienza diversa per i fan di cui penso saranno super orgogliosi”. Ha chiuso la sua risposta dicendo: “Sappiamo che abbiamo bisogno di lavorare di più per costruire i nostri migliori giocatori in stelle e costruire il fandom intorno alle nostre squadre – e penso che sia una cosa super importante”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here