Videogames vintage che segnano un’epoca

0
415
videogames vintage

Ci sono videogames vintage, progenitori di titoli moderni, che non possiamo dimenticare.

Videogames vintage: quali i migliori?

In principio erano i cabinati. Qualcuno se li ricorderà. Avevano larghi bottoni colorati e il joystick era una leva con un grosso pomolo come impugnatura. Ospitavano i cosiddetti Arcade games. Oggi sono una rarità. Sostituiti da consolle graficamente avanzate, sono pezzi da museo. Ma è grazie a loro se oggi abbiamo titoli che sbancano il mercato ed entusiasmano i gamers più accaniti. La lista di videogames vintage che fanno da apripista ai moderni giochi è davvero lunga, ma proveremo a condensarla in pochi e significativi titoli. Tra i più blasonati troviamo di sicuro le avventure grafiche della LucasArts, casa fondata dal regista George Lucas. Due titoli meritano la nostra attenzione: Maniac Mansion e il suo seguito, Day of the Tentacle.

Videogames vintage: Maniac Mansion e Day of the Tentacle

Progettato da Ron Gilbert, Maniac Mansion è un classico dei videogames vintage. Pieno di battute e cliché presi da film di serie B, il gioco apre la strada a un nuovo tipo di interfaccia. Questa, unita all’umorismo ai limiti del surreale, fa di Maniac Mansion un titolo senza precedenti. Il seguito, The Day of the Tentacle, non è da meno. Anche qui il giocatore interagisce con l’ambiente circostante come in un moderno videogioco. Il titolo ottiene tanto successo che nel 2001 conquista la vetta nella classifica di Adventure Gamers come miglior videogiochi d’avventura. GameSpot lo ritiene addirittura uno dei migliori di tutti i tempi.

Super Mario Bros, Pac-Man e Tetris

Tra i videogames vintage che danno lustro ai cabinati è d’obbligo citare tre titoli. Il primo è Super Mario Bros. Negli anni ’80 Mario era una vera e propria superstar. Ogni sala giochi aveva il suo bel cabinato con l’iconico idraulico dai folti baffi disegnato su un fianco. Se la Nintendo fiorisce, gran parte del merito è suo. Pac-Man, al pari di Mario, è un peso massimo che ancora oggi gode di fama mondiale. Nato come antidoto agli sparatutto che infestavano il mercato, Pac-Man è il padre putativo del gaming moderno. Il suo labirinto, i fantasmi colorati e il crunch che risuona quando mangia una pallina, entrano subito nella cultura di massa. Tetris è invece il progenitore dei puzzle game moderni. Diventa famoso come cartuccia del Game Boy e, con la sua musica ipnotica e i suoi bei mattoncini da collocare nella giusta sezione, si trasforma in uno tra i più amati videogame della storia.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here