Pine Harbor: Un nuovo gioco horror di sopravvivenza che vi ricorderà Resident Evil 7

0
1083

Pine Harbor di Vision Forge Studio ha un aspetto assolutamente splendido. Ecco cosa sappiamo del gioco horror in arrivo.
I giochi survival horror hanno visto una sorta di potente rinascita di popolarità negli ultimi tempi, e titoli come The Quarry e Dead Space Remake hanno offerto alcune esperienze incredibili, mentre giochi di prossima uscita come Alan Wake 2 e Silent Hill 2 Remake sembrano destinati a rivitalizzare franchise persi da tempo. Ma se si guarda oltre la raffica di queste uscite AAA, c’è anche una serie di promettenti giochi indie che mostrano un incredibile potenziale di rivaleggiare anche con i più grandi blockbuster.

Questa serie di articoli è dedicata a puntare i riflettori su alcuni di questi progetti in uscita e oggi ci occuperemo di Pine Harbor. Si tratta di un gioco survival horror che forse non porterà qualcosa di rivoluzionario sul tavolo, ma che si prospetta come un’esperienza per lo più solida e che dovrebbe essere sul radar di ogni fan dei survival horror.

Vision Forge Team è lo studio di sviluppo dietro Pine Harbor e questo è il suo titolo di debutto. Come è ovvio intuire, si tratta di un progetto piuttosto ambizioso, tanto più sorprendente se si considera che è stato realizzato da un piccolo team di sviluppatori. Naturalmente, il team è davvero appassionato di questo progetto e, da quanto abbiamo visto finora, sembra avere una grande comprensione di ciò che rende esattamente un gioco survival horror.

Tornando al gioco in sé, Pine Harbor si svolge in una remota cittadina di pescatori sulle coste dell’Oceano Atlantico settentrionale. La città è circondata da ripide scogliere e fitte foreste che la separano dal resto degli insediamenti. La città è stata colpita da una situazione che ha trasformato la maggior parte dei suoi abitanti in esseri senza cervello che danno la caccia a chiunque non sia stato colpito da questo massacro, mentre i cittadini rimasti continuano a temere che queste bestie enormi si aggirino per la città. Come protagonista di questa storia, il vostro compito è quello di esplorare questi ambienti desolati e diventare l’eroe di Pine Harbor mentre cercate di scavare in profondità e scoprire i molti segreti che hanno portato a questo disastro, e alla fine scoprire se tutta questa resa dei conti può essere annullata.

La storia sembra essere semplicistica e l’impostazione narrativa prende in prestito elementi familiari dai giochi di genere contemporanei. Naturalmente non c’è da sorprendersi, visto che il gioco ha citato Resident Evil e Silent Hill come fonti di ispirazione. Detto questo, speriamo che il gioco faccia il necessario per creare una storia con rivelazioni memorabili e personaggi che si evolvono nel corso del viaggio.

Passando al lato del gameplay, è evidente che sono stati profusi molti sforzi e risorse per creare un ciclo di gioco che sembra essere costantemente coinvolgente. Come si può osservare nel filmato di gioco, il gioco si svolge in prima persona, il che rende l’esperienza intima. Il gameplay ruota attorno all’esplorazione di questi ambienti e al superamento delle numerose minacce che vi si parano davanti mentre cercate di venire a capo di questo mistero.

Un’atmosfera avvincente è uno degli aspetti più importanti di ogni grande esperienza survival horror e Pine Harbor eccelle nel creare un’atmosfera minacciosa che sicuramente vi farà sentire a disagio. Il gioco fa un ottimo uso della nebbia fitta per mascherare i dettagli nelle aree più lontane e giocare sulla paura dell’ignoto, che è anche un intelligente cenno alle sue ispirazioni da Silent Hill di Konami. A parte questo, le case abbandonate e le altre aree circostanti sono per lo più scarsamente illuminate, con interni angusti e scenografie polverose che rendono la visita in punta di piedi a questi ambienti un’esperienza costantemente spaventosa.

Le risorse saranno ovviamente scarse, quindi dovrete essere molto saggi e ponderati quando si tratta di scegliere quali combattimenti intraprendere e quando ritirarvi per risparmiare le preziose munizioni. Il combattimento è piuttosto semplicistico, con l’accesso a tipi di armi comuni come pistole o fucili, ma Pine Harbor sembra tenere i giocatori sulle spine grazie all’uso di un eccellente posizionamento dei nemici. Come si può vedere dai frammenti di gioco disponibili, ci sono molti casi in cui i nemici sono in attesa dietro gli angoli ciechi e in altri punti poco visibili, pronti a punire chiunque non abbia controllato adeguatamente i propri angoli.

Nei filmati di gioco disponibili ci sono più di un caso in cui il giocatore trova un nemico che si avvicina e si gira per trovarne un altro che lo intrappola da entrambi i lati. Questi incontri sono sicuramente terrificanti da vedere in prima persona e le cose si intensificheranno con l’avvicinarsi della notte. I giocatori dovranno trovare riparo in luoghi chiusi come case o magazzini abbandonati, dove le risorse sono relativamente abbondanti, e usarle in modo giudizioso per affrontare i numerosi nemici che arriveranno a ondate.

Per quanto riguarda i nemici, nei trailer di gioco abbiamo visto solo un paio di tipi di nemici, quindi ci aspettiamo che la versione finale abbia molta più varietà. Inoltre, come probabilmente si può osservare nei trailer, i nemici a Pine Harbor cadono piuttosto facilmente; i nemici più comuni necessitano solo di un paio di colpi con la pistola normale prima di essere neutralizzati. Per questo motivo, il team potrebbe dover riequilibrare il combattimento per renderlo più interessante e aggiungere un po’ di sfida all’intera vicenda.

Passando alle immagini, dobbiamo dire che Pine Harbor ha un aspetto davvero splendido. Vision Forge Team utilizza l’Unreal Engine 5 e le caratteristiche grafiche di questo motore sono state sfruttate al meglio in questo progetto. Il gioco è ben al di sopra delle sue possibilità in termini di qualità della produzione e tutto, dal lavoro sulle risorse alle animazioni e al design dei nemici, appare impressionante. Come già accennato, gli ambienti sono caratterizzati da un uso generoso della nebbia volumetrica, che è adeguatamente densa e reattiva agli altri elementi. Inoltre, l’illuminazione è altrettanto fantastica e fa la parte del leone nel dare vita a questo mondo spaventoso.

Per quanto riguarda l’uscita, Pine Harbor è attualmente previsto per il quarto trimestre del 2023 per PC. A rischio di sembrare pessimista, sembra abbastanza probabile che il gioco venga spostato all’anno prossimo, dato che siamo già a due trimestri dal 2023 e non abbiamo ancora una data di uscita concreta e poco in nome del marketing o della promozione di questo gioco altrimenti promettente. Inoltre, non sono ancora previste porte per le console, ma è abbastanza probabile che il gioco finisca su queste piattaforme se otterrà un successo sufficiente al lancio.

Ma tutto questo fa ben poco per attenuare l’entusiasmo che abbiamo per Pine Harbor. Vision Forge Team sembra essere sulla strada giusta con questo progetto, che ha sicuramente il potenziale per essere uno dei più grandi successi a sorpresa del prossimo futuro. Il palcoscenico è stato preparato e tutto ciò che resta allo sviluppatore è prendere questi concetti impressionanti e raggiungere il traguardo senza alcun compromesso. Speriamo davvero che Pine Harbor finisca per superare le aspettative e le attese dei fan, e teniamo le dita incrociate fino ad allora.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here