Le “personas” AI di Meta potrebbero essere lanciate il mese prossimo

0
256
Meta: previsto divieto pubblicità su “temi sensibili”

I personaggi dotati di intelligenza artificiale potrebbero fornire funzioni come la ricerca o le raccomandazioni. L’amministratore delegato Mark Zuckerberg ha già parlato della creazione di personaggi AI in servizi come Instagram, Facebook Messenger e WhatsApp.


Meta potrebbe lanciare “personas” alimentate dall’intelligenza artificiale nei suoi servizi – che includono Facebook e Instagram – già il mese prossimo, offrendo agli utenti un nuovo modo di effettuare ricerche, ricevere raccomandazioni e impegnarsi in altro modo con i suoi prodotti, come riporta il Financial Times. Citando conversazioni con tre addetti ai lavori dell’azienda, il FT osserva che i chatbot potrebbero avere personalità distinte, tra cui uno che offre consigli di viaggio “nello stile di un surfista” e un altro che parla come Abramo Lincoln.

L’imminente lancio potrebbe aiutare Meta a competere su due fronti. Da un lato, i chatbot integrati potrebbero essere un modo per aumentare il coinvolgimento con servizi come Facebook e Instagram, di fronte alla concorrenza di TikTok. Dall’altro, i chatbot potrebbero servire a mostrare le capacità di Meta nel campo dell’intelligenza artificiale, in concorrenza con OpenAI di Microsoft e Bard di Google.

L’amministratore delegato di Meta, Mark Zuckerberg, ha parlato apertamente dei suoi piani per creare “personaggi AI” nei prodotti dell’azienda. A febbraio ha annunciato la creazione di un nuovo gruppo di prodotti incentrato sull’IA generativa. “A lungo termine, ci concentreremo sullo sviluppo di personaggi AI che possano aiutare le persone in vari modi”, ha scritto Zuckerberg. “Stiamo esplorando esperienze con il testo (come la chat di WhatsApp e Messenger), con le immagini (come i filtri creativi di Instagram e i formati pubblicitari), con i video e le esperienze multimodali”.

“Stiamo esplorando esperienze con il testo… con le immagini… e con i video e le esperienze multimodali”.

All’inizio di giugno, il ricercatore di app Alessandro Paluzzi ha individuato segnali di una nuova funzione “Chat with an AI” nell’app di Instagram, che sarebbe in grado di rispondere a domande e dare consigli nello stile di 30 diverse personalità AI. Secondo la fuga di notizie, il chatbot potrebbe anche aiutare gli utenti a comporre i messaggi.

Zuckerberg ha nuovamente menzionato le iniziative dell’azienda in materia di IA nel corso di una conferenza stampa della scorsa settimana. Ha detto che l’azienda le sta costruendo utilizzando il proprio modello linguistico di grandi dimensioni LLaMA. “Potete immaginare molti modi in cui l’IA può aiutare le persone a connettersi ed esprimersi nelle nostre app, strumenti creativi che rendono più facile e divertente la condivisione di contenuti, agenti che agiscono come assistenza, coach o che possono aiutarvi a interagire con le aziende e i creatori e altro ancora”, ha detto il CEO. Ulteriori dettagli sulla roadmap AI di Meta dovrebbero essere annunciati in occasione dell’evento Connect per gli sviluppatori che si terrà a settembre.

Mentre i commenti dell’amministratore delegato hanno enfatizzato i vantaggi che questi chatbot potrebbero avere per gli utenti di Meta, il Financial Times osserva che potrebbero anche fornire all’azienda più dati sugli interessi degli utenti per aiutarli nel targeting pubblicitario. Negli ultimi due mesi, la società di social media rivale Snap ha testato l’aggiunta di link sponsorizzati nel suo chatbot My AI alimentato da ChatGPT.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here