IBM costruirà il suo primo data center quantistico in Europa

0
1131

IBM ha appena annunciato l’intenzione di costruire il suo primo centro dati quantistico in Europa. La località prescelta è la città tedesca di Ehningen, a sud-ovest di Stoccarda.

Il centro dati potrebbe diventare operativo già l’anno prossimo. In primo luogo, servirà come centro delle operazioni europee di IBM Quantum. I ricercatori nel campo dell’informatica quantistica potranno utilizzarlo. IBM afferma che il centro dati è stato progettato per essere conforme alle normative europee. Le leggi sul trattamento dei dati richiedono per lo più che i dati degli utenti europei vengano elaborati nel continente stesso.

Secondo IBM

Con questa operazione, i centri dati quantistici di IBM salgono a due. La struttura di Ehningen sarà costruita pochi anni dopo la creazione del primo centro dati quantistico di Big Blue a New York (2019).

Jay Gambetta, IBM Fellow e VP di IBM Quantum, vede grandi opportunità per il nuovo data center. Ritiene che l’Europa abbia alcuni dei più avanzati utenti di informatica quantistica e che l’interesse per l’informatica quantistica stia accelerando solo ora che i processori che utilizzano questa tecnologia possono essere distribuiti su scala. A suo avviso, l’informatica quantistica potrebbe risolvere i problemi più impegnativi del mondo.

L’azienda rivela che in Europa ci sono già 60 organizzazioni che utilizzano hardware e software quantistici. Tra queste figurano soggetti come Bosch, il Consiglio europeo per la ricerca nucleare (CERN) e T-Systems (che fa parte di Deutsche Telecom, società madre di T-Mobile). In quest’ultima azienda, l’amministratore delegato Adel Al-Salah spiega prontamente l’ulteriore accesso a questa tecnologia quantistica. Egli sottolinea che T-Systems lavora per combinare l’informatica quantistica e classica in collaborazione con IBM. Questo dovrebbe fornire un’esperienza a prova di bomba e scalabile per i nostri clienti che vogliono esplorare le applicazioni quantistiche”. “Avere accesso a un centro dati quantistico dedicato all’Europa aiuta a ridurre la barriera all’ingresso”, prosegue Al-Salah.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here