Amazon Fire Max 11: un tablet bello da vedere ma con un software scadente

0
489

Lo slate Amazon più grande e di fascia alta è deluso dal sistema operativo Fire OS e dalla mancanza di app fondamentali


Il Fire Max 11 è il primo tablet premium di Amazon ed è stato progettato per assomigliare a un iPad a metà prezzo. Ma se l’aspetto del nuovo dispositivo è un passo avanti, quando lo si accende è ben al di sotto delle aspettative.

Mentre tutti gli altri tablet Fire sono stati realizzati in plastica, il Max 11 ha un corpo in alluminio. È sottile, ben fatto e relativamente leggero per le sue dimensioni. Il grande schermo LCD da 11 pollici è più nitido e di qualità superiore rispetto al Fire HD 10, con buoni angoli di visione. I film e i video sono di ottima qualità, mentre gli altoparlanti stereo nella parte superiore sono forti e chiari. Lo schermo non è eccessivamente luminoso, e va bene al chiuso lontano dalla luce diretta, ma fatica all’aperto.


Il Fire Max 11 ha un discreto scanner di impronte digitali nel pulsante di accensione, una novità assoluta per un tablet Amazon. Fotografia: Samuel Gibbs/The Guardian
Lo schermo è ampio e corto e si adatta perfettamente a film e programmi televisivi. Ma non è altrettanto adatto all’uso delle app e del browser rispetto al rapporto più quadrato utilizzato dall’iPad e da altri tablet. Questo è un problema per Amazon, che propone il Max 11 come macchina per la produttività, offrendo accessori per tastiera e stilo per trasformarlo in un surrogato del laptop.

È qui che le cose iniziano a precipitare. Gli accessori sono generalmente buoni per il prezzo. La tastiera da 90 sterline (90 dollari) è solida, ma il trackpad è un po’ troppo appiccicoso, il che significa che il dito salta quando si cerca di scorrere o puntare. Inoltre, non è possibile fare clic e trascinare come su un desktop per selezionare il testo, il che è fastidioso. Il cavalletto fatica a tenerlo fermo mentre si scrive in grembo, ma va bene su una scrivania.

Lo stilo da 35 euro è altrettanto solido. È reattivo sullo schermo e si aggancia magneticamente al lato del tablet quando non viene utilizzato.

Il problema principale è il software. Il Max 11 esegue lo stesso Fire OS 8 basato su Android 11 di altri tablet Fire recenti. È possibile eseguire il multitasking di base in split-screen utilizzando il menu delle applicazioni recenti, ma non è possibile avere finestre libere e non c’è un dock per le app o una barra delle applicazioni, o qualsiasi altro elemento ormai standard sui concorrenti che puntano alla produttività. La schermata iniziale non supporta i widget o la navigazione gestuale, affidandosi a pulsanti touchscreen piuttosto retrò per muoversi.


Le app di base a schermo diviso sono tutto ciò che Fire OS può gestire, qui con l’app Microsoft Office a sinistra e Evernote in Silk a destra. Fotografia: Samuel Gibbs/The Guardian
Ma è l’app store di Amazon a deludere il Max 11. Come nel caso di tutti i tablet Fire, il sistema è in grado di gestire le applicazioni di base in split-screen. Come tutti i tablet Fire, non ha accesso ufficiale al Google Play Store o alle app dell’azienda. Mentre il negozio di Amazon offre la maggior parte dei servizi di streaming video che si desiderano, a parte Paramount+, non è il caso delle app di produttività. Fire OS ha un solido supporto da parte di Microsoft con Office, Teams, Outlook e alcuni altri disponibili, ma se non si lavora all’interno dell’ecosistema Microsoft le cose si complicano.

L’app di posta inclusa è estremamente semplice e non supporta gli account Gmail aziendali. Non c’è un’app Amazon per prendere appunti o disegnare con lo stilo e ci sono poche opzioni nello store. Quasi tutte le app che utilizzo per la produttività lavorativa o personale non sono disponibili, compresi Evernote e strumenti simili. Le app di chat sono poche, non ci sono Slack o WhatsApp. Non ci sono app bancarie, app a due fattori o gestori di password, il che rende l’accesso alle cose un problema.


Gli accessori per tastiera e kickstand del Fire Max 11 hanno un aspetto gradevole, ma non sono in grado di risolvere le carenze del software. Fotografia: Samuel Gibbs/The Guardian
È possibile utilizzare le applicazioni web, ma il browser Silk di Amazon è l’unica opzione disponibile sul tablet. La maggior parte delle applicazioni web funzionano bene, ma gli strumenti più complessi hanno parti che non funzionano. Un problema ancora più grave è che Silk non è supportato da alcune applicazioni, che si rifiutano di funzionare e richiedono l’installazione di Chrome, Firefox o Safari, come Google Chat o Meet. Inoltre, non è possibile avere due finestre di Silk aperte una accanto all’altra, il che significa che se si lavora su due applicazioni web non è possibile dividerle in due schermi. Chrome su Android e Safari su iPad offrono questa possibilità, quindi non ci sono scuse per Amazon.

Anche il negozio di applicazioni è piuttosto debole per quanto riguarda i giochi. Sono disponibili alcuni titoli di alta qualità e di grandi nomi, come Minecraft, Stardew Valley e Asphalt 9. Ma ci sono anche montagne di giochi di scarsa qualità. Ma ci sono anche montagne di cloni di scarsa qualità o di spazzatura piena di pubblicità e acquisti in-app.

Specifiche tecniche Amazon Fire Max 11


Schermo: LCD da 11 pollici (2.000 x 1.200) (213ppi)
Processore: Mediatek MT8188J
RAM: 4 GB di RAM
Memoria: 64 o 128 GB + scheda microSD
Sistema operativo: Fire OS 8 basato su Android 11
Fotocamera: Fotocamera posteriore e anteriore da 8MP
Connettività: Wifi 6, Bluetooth 5.3, USB-C
Dimensioni: 259,1 x 163,7 x 7,5 mm
Peso: 490 g


Il tablet si carica molto lentamente, impiegando più di quattro ore con l’adattatore di alimentazione da 9W incluso o circa 3,5 ore con un caricatore da 15W.
Se si riesce a trovare la giusta combinazione di app, il chip MediaTek a basso consumo se la cava abbastanza bene. Il Max 11 è notevolmente più veloce di altri tablet Fire e non si è impantanato troppo con due app sullo schermo. L’autonomia della batteria è ragionevole, con una durata di circa sette ore di produttività e più di 12 ore di streaming video.

Sostenibilità



Il corpo in alluminio liscio ha un aspetto e una sensazione di gran lunga superiore rispetto agli altri tablet Fire in plastica dura. Fotografia: Samuel Gibbs/The Guardian
Il Fire Max 11 riceverà aggiornamenti software e di sicurezza per almeno quattro anni dall’ultima volta che sarà disponibile nuovo da Amazon. La batteria ha una durata di almeno 500 cicli di carica completa. Tuttavia, i consumatori non possono far riparare il dispositivo da Amazon al di fuori della garanzia. L’azienda offrirà uno sconto del 15% sulle unità sostitutive per i dispositivi restituiti, che verranno poi riparati, rimessi a nuovo, riutilizzati o riciclati a seconda delle loro condizioni. Il dispositivo contiene il 55% di alluminio riciclato e il 34% di plastica riciclata.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here