Activision Blizzard: donato 1 milione a Women in Games International

0
197
Activision Blizzard: donato 1 milione a Women in Games International

Activision Blizzard ha donato un milione di dollari a Women in Games International, la somma più alta mai data dall’editore di videogiochi come sovvenzione. Tale donazione segue un periodo di collaborazione fra le due organizzazioni.

A cosa si deve la donazione di Activision Blizzard verso WIGI?

Activision Blizzard ha concesso alla società Women in Games International (WIGI) una sovvenzione pari a un milione di dollari a seguito di una collaborazione avvenuta fra le due organizzazioni. Si tratta della donazione “più grande” della storia dell’organizzazione. WIGI ha riportato in un comunicato stampa che Activision Blizzard ha deciso di collaborare allo scopo di “finanziare programmi di sviluppo professionale e tutoraggio”.

Secondo l’ex co-leader di Activision Blizzard, Jen Oneal, l’obiettivo della sovvenzione è quello di “promuovere la diversità, l’equità e l’inclusione” nel settore. “Questa donazione da parte della società è un investimento nel futuro delle donne nei giochi e un grade passo avanti verso un cambiamento duraturo e di grande impatto”, ha detto Oneal. La società ritiene inoltre che questo aiuto verso Women in Games International possa promuovere il progresso all’interno dell’industria globale dei giochi, nonché ovviamente a rendere più agevole l’organizzazione di workshop e programmi da parte di WIGI.

La società era stata citata in giudizio a luglio

La cospicua donazione a vantaggio di Women in Games International fa seguito ad un momento molto particolare per Activision Blizzard. La California ha infatti citato in giudizio la società nel luglio 2021. Le accuse a lei rivolte riguardano la promozione di una “pervasiva cultura dei ragazzi nelle confraternite” all’interno del luogo di lavoro. A ciò si sono presto aggiunte delle accuse da parte di diversi azionisti secondo cui l’editore sarebbe presumibilmente “ingannevole”.


Leggi anche: Ubisoft: annunciati piani per lo sviluppo di diversi giochi

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here