Un nuovo Skype non salverà la piattaforma

0
276
Un nuovo Skype non salverà la piattaforma

Microsoft ha annunciato un nuovo Skype nel tentativo di salvare la piattaforma. Tuttavia diversi analisti hanno affermato che un nuovo Skype non salverà la piattaforma. Ormai Skype è rimasta indietro rispetto Zoom o WhatsApp.   

Un nuovo Skype salverà la piattaforma?

Microsoft ha delineato alcuni dei suoi piani per il futuro di Skype. In un posto pubblicato sul blog afferma che Skype è “qui per restare” e che Microsoft prevede di creare uno “Skype migliorato, più veloce, affidabile e dall’aspetto super moderno”. Microsoft ha creato, demolito e ricostruito Skype molte volte. Ma è poi passata a concentrarsi su Microsoft Teams, che è l’app di comunicazione predefinita su Windows 11. Un altro nuovo Skype quindi non salverà la piattaforma. Molti in Microsoft sanno che Skype ha diversi problemi ma non sanno come risolverli. E così l’azienda, nel tentativo di migliorare l’app, modernizza Skype circa una volta all’anno.

Secondo il senior editor di Windows Central, Zac Bowden, il problema più grave per Skype è che la versione desktop è terribile. Bowden afferma: “L’anno scorso Microsoft ha aggiornato Skype da un’app UWP a un’app Electron, che ha ucciso tutte le integrazioni di Windows. Questo cambiamento è arrivato dopo diverse ricostruzioni di Skype su Windows 10 negli ultimi cinque anni. Sembra che non ci sia nessuno a capo del team di Skype perché la quantità di ricostruzioni dei client che Windows 10 ha ricevuto è oltraggiosa. Skype è stato originariamente diviso in due app, quindi confluito in un’app UWP, che è stata successivamente ricostruita come app React Native, prima di essere sostituita con una terribile app Win32 per elettroni”.

Skype ha perso la battaglia

i critici affermano che Skype ormai ha perso la battaglia. Le persone ormai preferiscono comunicare con le nuove app di messaggistica come Zoom e WhatsApp. Ma le persone non sono semplicemente passate da Skype a Zoom e WhatsApp per seguire una tendenza. Skype ha una lunga storia di incoerenza. 

Quando Microsoft era in corsa per l’acquisto di Discord, il senior editor di Windows Central, Jez Corden, ha discusso alcuni dei problemi con Skype: “Non sono sicuro del perché, ma per me è assurdo che, nel 2021, i servizi di messaggistica Skype e Xbox Live siano in ritardo rispetto alla concorrenza in termini di velocità. Non è bello inviare messaggi tramite servizi basati su Skype, guardando l’app che fatica ad aprirsi anche sui PC e sui telefoni più potenti del mondo, mentre Telegram e WhatsApp e, soprattutto, Discord, si aprono tutti in un istante. Se dopo anni di tentativi falliti di rebranding e ricostruire Skype, Microsoft non è in grado di migliorare nemmeno gli aspetti più basilari del servizio, deve esserci qualcosa di fondamentalmente sbagliato. Cos’altro potrebbe essere? È ora di liberarsi e andare avanti”.


Leggi anche: Microsoft Teams: elenco per cercare i partecipanti alla riunione

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here