Un cane robot si unisce alla polizia di New York

0
417

Il sindaco di New York Eric Adams e il commissario della Polizia di New York Keechant Sewell hanno presentato tre nuovi dispositivi innovativi che mirano ad aumentare la sicurezza nelle strade della città. Il più controverso dei tre è noto come Digidog o Spot. Il cane robot K-9 è stato progettato da Boston Dynamics per essere impiegato in scenari considerati troppo pericolosi per gli esseri umani, come i cantieri edili o gli incidenti di antiterrorismo.”Se c’è un sospetto barricato, se c’è qualcuno armato all’interno di un edificio, invece di mandarci la polizia, ci mandiamo Digidog”, ha detto Adams. “Si tratta quindi di modi intelligenti di utilizzare le tecnologie”.

Le tecnologia oltre al cane robot

Oltre a Digidog, la polizia di New York sperimenterà altre due tecnologie: StarChase e un robot di sicurezza autonomo (ASR) K-5. Il primo è un proiettile che può essere utilizzato come arma da fuoco. Il primo è un proiettile in grado di collegare un dispositivo GPS a un’auto, consentendo alle forze di polizia di seguire i veicoli a distanza. StarChase è destinato a essere utilizzato per individuare le auto fantasma, le auto con targhe rubate utilizzate per commettere altri reati, attenuare gli inseguimenti tra veicoli e mantenere la sicurezza del pubblico e degli agenti. “Si tratta di una novità assoluta”, ha dichiarato la Polizia di New York. Nel frattempo, l’ASR è un robot automatizzato in grado di effettuare pattugliamenti e fornire notifiche di incidenti in tempo reale ai primi soccorritori in aree trafficate come Times Square o una stazione della metropolitana. “Per salvaguardare la nostra città moderna in un mondo che guarda al futuro, è essenziale che gli agenti siano dotati degli strumenti, dell’addestramento e della tecnologia necessari per svolgere questo lavoro in modo sicuro ed efficace”, ha dichiarato Sewell. “Nel corso della sua storia, il nostro dipartimento ha sfruttato le più recenti tecnologie disponibili e ha aperto la strada a nuovi modi di fare il nostro lavoro”. Sebbene i funzionari abbiano celebrato l’uso di tecnologie innovative da parte della Polizia di New York, alcuni membri del pubblico hanno sollevato dubbi sui nuovi dispositivi.

Le critiche

In particolare, Digidog ha affrontato critiche significative quando è stato annunciato per la prima volta nel 2020, come riportato dal New York Times. All’epoca, le critiche lo giudicarono “inquietante” e “distopico”, e commenti simili sono stati fatti sulla scia dell’annuncio del sindaco. “Quest’ultimo annuncio è solo l’esempio più recente di come il sindaco Adams permetta una spesa eccessiva e senza limiti del bilancio massicciamente gonfiato della polizia di New York”, ha dichiarato Ileana Mendez-Penate, direttore del programma Communities United for Police Reform. “La polizia di New York acquista cani robot e altre tecnologie di lusso mentre i cittadini di New York non possono accedere ai buoni pasto perché le agenzie cittadine sono a corto di personale e i cittadini di New York vengono sfrattati perché non possono accedere al loro diritto all’assistenza legale”. Albert Fox Cahn, direttore esecutivo del Surveillance Technology Oversight Project, ha dichiarato: “La Polizia di New York sta trasformando la cattiva fantascienza in una terribile attività di polizia. New York merita una vera sicurezza, non una copia di RoboCop”. Anche la Legal Aid Society ha rilasciato una dichiarazione in cui critica le “nuove tecnologie distopiche per sorvegliare i newyorkesi”. “Questo annuncio è anche un altro esempio della violazione da parte della polizia di New York delle norme di base sulla trasparenza e la responsabilità, che ha introdotto queste tecnologie senza fornire al pubblico un’opportunità significativa di sollevare dubbi”, si legge nel comunicato.

Le motivazioni

Tuttavia, le autorità di New York hanno deciso di portare avanti il programma e di non cedere alle pressioni. “Credo che la tecnologia sia qui, non possiamo averne paura”, ha dichiarato Adams. “Alcune persone rumorose si sono opposte e abbiamo fatto un passo indietro – non è così che opero. Io mi occupo di ciò che è meglio per la città”. Sewell ha inoltre sottolineato che “l’uso di questa tecnologia sarà trasparente, coerente e sempre fatto in collaborazione con le persone che serviamo”. Mentre Digidog è ora considerato un membro permanente della Polizia di New York, gli altri due dispositivi saranno sottoposti a un programma pilota per valutarne la funzionalità. Durante questo periodo, l’ASR sarà accompagnato da un partner umano, ha dichiarato il dipartimento di polizia. I funzionari della città hanno aggiunto che i robot Digidog saranno utilizzati solo in situazioni di pericolo di vita, come le minacce di bomba.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here