Spotify audiolibri: l’unione che ridimensiona la musica

0
190

Spotify sta finalmente lanciando la sua funzione di audiolibri negli Stati Uniti, Adnan Syed di Serial infatti è gratuito e stiamo aprendo la lotteria Hot Pod Summit. Al momento del lancio, la funzione è gestita in modo molto simile a un servizio di audiolibro tradizionale, richiedendo agli utenti di acquistare ogni libro che desiderano ascoltare. Ma l’azienda ha preso in giro modelli di business più esclusivi che potrebbero avvenire in futuro e assomigliare di più all’approccio free premium a cui gli ascoltatori si sono abituati con musica e podcast. Andiamo a conoscere tutto.


Nintendo condivisione: stop a Twitter e Facebook


Spotify audiolibri: che cosa sta succedendo?

Gli utenti negli Stati Uniti possono acquistare singoli audiolibri da una libreria di 300.000 titoli a prezzi stabiliti dagli editori, in modo simile ad Apple Books. Gli ascoltatori possono sfogliare e provare gli audiolibri nell’app e, una volta selezionato un titolo che desiderano acquistare, vengono indirizzati fuori dall’app per effettuare l’acquisto. Questo è diverso dal sistema di crediti utilizzato da Audible e audiobooks.com in cui gli abbonati pagano una tariffa fissa di 14,95 dollari al mese per un credito che può essere applicato a qualsiasi audiolibro nella sua libreria, indipendentemente dal prezzo al dettaglio. Tuttavia Nir Zicherman, responsabile degli audiolibri di Spotify, afferma che il modello attuale è solo un punto di partenza. “Sebbene abbiamo l’ambizione di introdurre nuovi modelli di business degli audiolibri in futuro, parlando con i partner di tutto il settore, abbiamo ritenuto che à la carte fosse il modo migliore per iniziare ad attivare gli audiolibri e imparare da come le persone interagiscono con i singoli titoli”, ha detto Zicherman. Nir ha poi aggiunto: “Vogliamo essere l’azienda che porta gli audiolibri nel futuro”.

Spotify audiolibri: l’acquisizione di Findaway

La biblioteca è composta da titoli delle principali case editrici, nonché da contenuti indipendenti e creati dai creatori. All’inizio di quest’anno Spotify ha acquistato Findaway, una società di audiolibri che consente agli autori di audiolibri amatoriali di creare, distribuire e monetizzare il proprio lavoro. Per ora gli utenti di Findaway possono caricare il loro lavoro su Spotify, come farebbero con qualsiasi altra piattaforma di audiolibri, ma l’app potrebbe essere la chiave per quei nuovi modelli di business di cui parla Zicherman. In occasione dell’Investor Day di Spotify a giugno, il responsabile dei contenuti e della pubblicità dell’azienda, Dawn Ostroff, ha affermato che potrebbero esserci opportunità per fare pubblicità all’interno degli audiolibri. Zicherman ha affermato che non farà parte del lancio di oggi, ma che è qualcosa che l’azienda sta guardando per il futuro. È molto più probabile che un autore di audiolibri autopubblicato accetti entrate pubblicitarie anziché un acquisto diretto rispetto a un grande editore (almeno all’inizio).

Spotify audiolibri: che cosa ha detto Michele Cobb?

Se l’idea dell’ascolto di audiolibri gratuito e supportato dalla pubblicità potrebbe potenzialmente essere destabilizzante per il settore, c’è molto vantaggio nell’abbraccio di Spotify al mezzo. Mentre gli utenti devono spesso scaricare un’app separata per accedere agli audiolibri, inserire il verticale dell’audiolibro nell’app principale di Spotify potrebbe esporre molti ascoltatori al mezzo che altrimenti non l’avrebbero cercato. “Si tratta di circa la metà della popolazione Statunitense che non ha mai ascoltato un audiolibro. E tutto ciò che avrà richiamato alla curiosità e li indurrà a provarne uno penso che possa essere un qualcosa di positivo per tutti”, ha affermato Michele Cobb, dirigente direttore dell’Audio Publishers Association (APA). Per Spotify, il passaggio agli audiolibri fa parte del suo tentativo di diventare meno dipendente dalla musica. La musica è costosa da gestire, con le royalties meccaniche e editoriali che prendono una fetta delle sue entrate. È per questo che l’azienda ha speso più di 1 miliardo di dollari in tecnologia e contenuti per i podcast, anche se il podcasting non è ancora redditizio. L’obiettivo è avere un’attività più diversificata che manterrà gli utenti nell’app e realizzerà profitti che rendano felici gli investitori.

Il caso Serial

Adnan Syed cioè il soggetto della prima stagione di Serial è stato rilasciato. Ventitré anni dopo essere stato condannato per l’omicidio della sua ex ragazza, Hae Min Lee, e otto anni dopo che Serial ha portato il suo caso all’attenzione nazionale, un giudice di Baltimora ha lasciato il suo caso per volere dei pubblici ministeri, che hanno affermato la scorsa settimana “non ha più fiducia nell’integrità e nella convinzione”. La scioccante svolta degli eventi ha riportato Serial, e la sua complicata eredità, sotto i riflettori. Serial che ha esplorato il terreno instabile su cui è stata costruita la convinzione di Syed, è stato probabilmente il primo podcast di successo. È diventato un fenomeno nazionale che ha generato una sfilza di veri imitatori del crimine e ha contribuito a forgiare il mezzo come lo conosciamo oggi. Ma non è senza i suoi detrattori. Rabia Chaudry, un avvocato e amico d’infanzia di Syed che per primo ha portato il caso alla produttrice e conduttrice di Serial Sarah Koenig, ha criticato lo spettacolo per ciò che ha scelto di escludere dalla storia. Mentre Serial in gran parte è andato avanti dopo la fine della stagione, Chaudry ha raccontato la sua versione degli eventi con un libro, un documentario della HBO e un podcast.

Hot Pod Summit

Gli eventi della scorsa settimana hanno acceso dibattiti online sulla gestione da parte di Serial della storia di Syed e se merita credito per il recente risultato. Molti sostengono che lo stato non avrebbe prestato al caso di Syed l’attenzione che ha se non fosse stato per Serial, mentre altri affermano che la sua segnalazione era falsa e il merito è davvero di Chaudry. Serial ha pubblicato un aggiornamento sul caso di Syed, con il suo primo nuovo episodio a partire da marzo. È il miglior evento su Apple Podcast in questo momento ed è classificato 26 su Spotify. Undisclosed, anche il podcast di Chaudry ha ottenuto una spinta ed è classificato al 24 posto su Apple. L’Hot Pod Summit si terrà a Los Angeles il 3 novembre come parte di On Air LA Annex. Sebbene l’evento sia solo su invito, si sta organizzando una lotteria per espandere il pool di partecipanti. Tutte le persone interessate a candidarsi, devono compilare il modulo per la lotteria, e infine la lotteria si chiuderà il 4 ottobre.

Pagina Twitter Spotify: https://twitter.com/Spotify

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here