iOS aggiornamento: la possibile causa mette in allerta l’azienda

0
151

Dopo aver rilasciato un aggiornamento iOS che ha rallentato gli iPhone più vecchi, Apple rischia di essere citata in giudizio per un importo di 750 milioni di sterline. L’aggiornamento software di Apple che ha ridotto la velocità dei vecchi iPhone nel 2017 sta portando la società in un’altra causa. Justin Gutmann che difende i consumatori, ha intentato una causa nel Regno Unito contro Apple che, in caso di successo costringerà Apple a sborsare oltre 750 milioni di sterline per i clienti interessati. Non si tratta di una buona notizia per l’azienda.


Apple iOS: la compatibilità dei controller Nintendo Switch


iOS aggiornamento: che cosa ha detto Gutmann?

La causa copre diversi modelli di iPhone, quindi potresti avere la possibilità di ottenere un po’ di quei soldi se ne avessi mai posseduto uno. Apple è stata citata in giudizio nel Regno Unito per aver rallentato i vecchi modelli di iPhone attraverso un aggiornamento software rilasciato nel 2017. Justin Gutmann ha intentato una causa legale presso il Garante della concorrenza del Regno Unito, il Competition Appeal Tribunal. La causa costerà ad Apple 768 milioni di sterline in caso di successo e sarà distribuita tra un massimo di 25 milioni di utenti iPhone nel Regno Unito. Tramite Sky News il signor Gutmann ha dichiarato: “Invece di fare la cosa onorevole e legale dai propri clienti e offrire una sostituzione gratuita, un servizio di riparazione o un risarcimento, Apple ha invece ingannato le persone nascondendo uno strumento negli aggiornamenti software che ha rallentato i loro dispositivi fino al 58 percento”.

iOS aggiornamento: che cosa è successo?

Un utente di Reddit ha fatto la scoperta nel 2017, ma gli utenti di iPhone hanno spesso ipotizzato che il loro iPhone diventasse più lento con il passare del tempo. Apple ha ammesso di aver rallentato le prestazioni della CPU, che la società ha propagandato come una mossa per impedire che i vecchi dispositivi con batterie esaurite si spengano inaspettatamente. I critici avevano un’opinione diversa, sostenendo che fosse un modo per spingere gli utenti a passare agli ultimi modelli, una tattica denominata obsolescenza pianificata. Questa causa per la limitazione delle prestazioni non è la prima per Apple. Apple è stata citata in giudizio per limitazione di Iphone in Italia e negli Stati Uniti. Per questi due casi, la società ha accettato di pagare rispettivamente 113 milioni di dollari e 500 milioni di dollari per accontentarsi.

Il fatto che possiate ricevere un risarcimento dipende dal fatto che voi abbiate posseduto modelli di iPhone specifici in qualsiasi momento dopo il 12 settembre 2016. La causa copre diversi modelli di iPhone, tra cui:

  • iPhone 6 e 6 Plus
  • iPhone 6s e 6s Plus
  • iPhone SE (prima generazione)
  • iPhone 7 e 7 Plus
  • iPhone 8 e 8 Plus
  • iPhone X

Apple ha avuto già altre cause intentate nel passato

L’altro requisito è che si deve essere residenti nel Regno Unito. Poiché si tratta di una richiesta di rinuncia, non è necessario fare nulla per partecipare al caso per poter beneficiare di un potenziale risarcimento. La causa è ancora in fase nascente al momento della stesura, quindi state attenti per ulteriori aggiornamenti. Apple ha già pagato oltre 600 milioni di dollari di danni a causa del suo aggiornamento della limitazione della CPU, ma la causa nel Regno Unito sta cercando molto di più delle due precedenti cause messe insieme (equivale a circa 945 milioni di dollari). Le cause legali contro le grandi aziende tecnologiche stanno diventando più comuni, il che indica che i consumatori vogliono che queste aziende si assumano maggiori responsabilità per le loro azioni. Quindi sarà interessante vedere come andrà a finire.

Pagina Twitter Apple: https://twitter.com/Apple

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here