Hogwarts Mystery: vale la pena giocarci?

Uscito il 25 aprile 2018, "Harry Potter: Hogwarts Mystery" ha conquistato molti fan

0
695
Hogwarts Mystery

Harry Potter è senza dubbio una delle saghe più amate. Non sorprende, dunque, che nel corso degli anni siano nati vari videogiochi ispirati alla saga. Oltretutto per varie console. Come, per esempio, Playstation. Oppure per Nintendo. O, anche, per cellulare. Il più delle volte si trattano di veri e propri giochi ufficiali. E tra questi va segnalato “Harry Potter: Hogwarts Mystery“. Un videogioco uscito il 25 aprile 2018 e disponibile per i dispositivi android e iOS.

Qual è la trama di “Harry Potter: Hogwarts Mystery“?

Harry Potter: Hogwarts Mystery” è ambientato tra il 1984 e il 1991. L’avventura dei personaggi presenti nel gioco si conclude, dunque, poco prima dell’arrivo di Harry Potter a Hogwarts. Cos’altro c’è da sapere sul gioco? Il protagonista può essere una ragazza o un ragazzo. Ciò dipende, dunque, dalla scelta dei giocatori. Anche la Casa di Hogwarts è a scelta. L’unica informazione che si ha sul o sulla protagonista riguardano la scomparsa di suo fratello, Jacob. Che è stato anche espulso da Hogwarts. La storia di “Hogwarts Mystery” ruota intorno alla scomparsa di Jacob. Ogni anno, il o la protagonista deve affrontare una serie di ostacoli per scoprire qualcosa in più. In suo soccorso giungono vari personaggi. Alcuni dei quali sono presenti anche nei libri. Come, per esempio, Bill Weasley. O Charlie Weasley. Altri sono, invece, personaggi originali. Creati dagli sviluppatori del gioco.


Hogwarts Legacy, il nuovo videogioco con personaggi trans


Oltre la trama principale

Harry Potter: Hogwarts Mystery” ha ben altro da offrire oltre la trama principale. Nel corso del gioco, infatti, sarà possibile giocare ad alcuni eventi speciali. Che hanno una durata di circa quattro giorni. Così come a missioni secondarie. Che permetteranno, per esempio, di sbloccare un personaggio. Oppure di ottenere dei premi. Come, per esempio, monete. Oppure gemme. O, anche, punti per aumentare il coraggio, la conoscenza e l’empatia. Inoltre, il o la protagonista dovranno seguire le lezioni. In modo da poter guadagnare punti per la propria Casa e vincere così la Coppa delle Case. Di recente, è stata aggiunta la possibilità di giocare nella squadra di Quidditch. Infine, si può aumentare il livello di amicizia con i vari personaggi.

Quali sono i pregi e i difetti di “Harry Potter: Hogwarts Mystery“?

Come tutti i giochi, “Harry Potter: Hogwarts Mystery” non è esente da pregi e difetti. Alcuni sono un po’ più evidenti. Altri sono, invece, un po’ più nascosti. Vediamo un po’ meglio quali sono i difetti. E quali sono piuttosto i difetti.

I pregi

Uno dei più grandi pregi di “Harry Potter: Hogwarts Mystery” è la sua originalità. La trama è ben definita. Oltre che molto originale. Infatti, non si è dato molto peso agli anni tra Marauders era e la Golden Generation. La Marauders era sono gli anni che vanno dal 1971 al 1981. Ossia gli anni della cosiddetta Prima Guerra Magica. Il termine per definire questo lasso di tempo è stato coniato dai fan. La Golden Generation sono gli anni che vanno dal 1991 al 1998. Perciò, il periodo in cui è ambientata la serie di Harry Potter. “Hogwarts Mystery” ha luogo tra queste due generazioni. Inoltre, è uno dei primi giochi su cellulare che permette di immergersi in Hogwarts. Frequentando lezioni, interagendo con gli altri personaggi e facendo le proprie scelte. Infine, è importante parlare dell’inclusività. Sono presenti personaggi neri, asiatici, disabili e anche queer.

I difetti

Parlare di difetti può essere eccessivo. Tuttavia, ci sono un paio di funzioni che molti giocatori non hanno apprezzato nel corso degli anni. In primo luogo, l’utilizzo dell’energia. A cosa serve l’energia? L’energia si utilizza per guadagnare stelline. Quest’ultime servono per completare una lezione. O una missione. L’energia è, però, limitata. Quando conclude si può scegliere tra due opzioni. O si aspetta che si ricarichi l’energia. Oppure si utilizzano le gemme per sbloccare l’energia. Il problema è che una volta finite le gemme, quest’ultime si dovranno comprare. In realtà, è anche possibile metterle da parte un po’ alla volta. Un altro problema è legato a bug e problemi di grafica. Infine, in molti si sono lamentati della lentezza degli aggiornamenti. Chi è in pari con il gioco deve, infatti, aspettare che vengano sbloccati gli anni successivi. O alcuni capitoli.

Vale la pena scaricare “Harry Potter: Hogwarts Mystery“?

Se si è interessati a un’avventura personale su Hogwarts, questo gioco va più che bene. Certo, come già accennato, “Harry Potter: Hogwarts Mystery” ha i suoi difetti. Se non si è persone pazienti o abituati a questo meccanismo di gioco, il dover attendere potrebbe smorzare l’entusiasmo. Se, al contrario, si riesce a sorvolare su questo dettaglio, si possono passare delle ore divertenti. In cui è possibile vivere la propria avventura a Hogwarts. Così da conoscere i vari personaggi e, perché no, far nascere relazioni romantiche. La trama è certamente uno dei punti forti. Anche se a tratti appare un po’ statica. A darle qualcosa in più sono le missioni secondarie. Così come gli eventi. Quest’ultimi permettono, inoltre, di conoscere nuovi personaggi. O di migliorare le relazioni con quelli già conosciuti. Insomma, se si cerca un gioco leggero e con una buona trama, “Hogwarts Mystery” è la scelta giusta.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here