Google punta sull’astrologia? Ecco cosa sappiamo sul nome della sua ultima app di intelligenza artificiale, Gemini

0
586

È forse una coincidenza che un’applicazione tanto pubblicizzata come analitica, innovativa e chiacchierona sia stata chiamata con il nome del segno che presenta le stesse caratteristiche?

Con il rilascio, l’8 febbraio, della sua ultima innovazione AI, Google ha unito diverse funzionalità in un’unica app. Chiamata Gemini, è destinata, come spiega il New York Times, a combinare assistente digitale e chatbot. In un post sul blog, Google afferma che ha superato gli esseri umani in test relativi alla conoscenza e alla risoluzione di problemi in aree diverse come “matematica, fisica, storia, legge, medicina ed etica” e che è “molto più capace di ragionare” rispetto alle versioni precedenti.

Vi sembra un Gemelli che conoscete?

Non si sa se sia una coincidenza che Google abbia chiamato la sua app di intelligenza artificiale parlante con il nome di una costellazione e di un segno zodiacale noti per la loro insaziabile curiosità, il costante bisogno di stimoli mentali, la rapidità di pensiero, l’abilità nella comunicazione e un pizzico di arguzia.

Non sarebbe una novità che un marchio allinei il nome di un prodotto, intenzionalmente o meno, a un segno zodiacale. Si pensi alla Ford Taurus, che, in linea con il suo omonimo, aveva un’inclinazione lussureggiante e un’affidabilità costante. Free People, il marchio di moda dallo spirito libero, ha ribattezzato ogni cosa, dalle sottovesti alle felpe con cappuccio alle collane, con i nomi dei vari segni. Anche la criptovaluta fallita di Facebook portava lo stesso nome della Bilancia, amante dell’equilibrio.

E non sarebbe una mossa sbagliata per un’azienda cercare di allineare la percezione del pubblico con i tratti di un particolare segno. I Millennials e i Gen Z si rivolgono in massa all’astrologia e uno studio di MTV afferma che il 75% di queste popolazioni “crede che l’astrologia funzioni”.

Con il rilascio della precedente iterazione del modello di intelligenza artificiale nel dicembre 2023, Google ha dichiarato che si trattava dell'”era dei Gemelli”. (All’epoca, lo scienziato capo di Google, Jeff Dean, aveva rivelato la decisione all’inizio di dicembre, postando su X, precedentemente noto come Twitter, che il nome si riferiva alle origini latine del termine “Gemelli”, citando la natura collaborativa tra i team dell’azienda.


La costellazione dei Gemelli è nota per le sue due stelle più luminose, Polluce e Castore. (Queste erano considerate da varie culture antiche come due gemelle nel cosmo.

Non è noto se vi siano state discussioni in sala riunioni in merito ai tratti intellettuali dello strumento e alle caratteristiche comunemente attribuite ai Gemelli. Né è chiaro se il design del nome dell’app, con scritte bianche su sfondo nero e una stella che si libra nelle vicinanze, implichi qualcosa. Google non ha risposto immediatamente a una richiesta di informazioni.

Ad ogni modo, i punti in comune ci sono. “I Gemelli sono un segno d’aria mutevole e, proprio come l’aria si muove rapidamente, liberamente e senza limiti, così fanno i Gemelli nel mondo di oggi attraverso la comunicazione, l’informazione e la tecnologia”, afferma Jordane Maree, astrologa e fondatrice di Girl and Her Moon. Per inciso, dice che il suo partner, un Gemelli, usa sempre l’intelligenza artificiale. (ChatGPT, per essere precisi).

Maree spiega che l’archetipo dei Gemelli incarna l’ansia di “assorbire mentalmente tutto ciò che può, imparando ed elaborando costantemente, in modo da poter poi condividere queste informazioni in quante più direzioni possibili attraverso la parola parlata o scritta. Raccoglie e disperde. Raccoglie e condivide. I Gemelli sono un contenitore attraverso il quale la conoscenza si muove liberamente e dinamicamente”.

Che l’astrologia abbia influito o meno sulla decisione di Google, il paragone potrebbe essere interpretato come piuttosto lusinghiero. Anche se non tutti lo considerano tale. Riferendosi all’affermazione del New York Times secondo cui l’app a volte “ha le allucinazioni”, un Gemelli poco divertito ha spiegato: “Google, tra tutte le entità, non sembra cogliere la sfumatura dell’uso di uno dei segni più piccanti per un nuovo sistema di intelligenza artificiale difettoso”.

Più piccante, appunto. I Gemelli sono governati da Mercurio, il pianeta noto non solo per le sue doti comunicative ma anche per i suoi trucchi. Secondo l’astrologia, i Gemelli hanno una tendenza alla malizia e all’essere un po’, beh, mercuriali.

Forse dobbiamo semplicemente rimanere curiosi e vedere come si svolgerà la funzionalità dei Gemelli quando Mercurio diventerà retrogrado tra qualche settimana, il giorno del pesce d’aprile.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here