Mac M1: Apple chiede “feedback” agli utenti

0
668
Mac M1: Apple chiede feedback

A novembre Apple lanciava il Mac M1, con processore M1. Oggi, a distanza di poco più di un mese, l’azienda che ha rivoluzionato il mercato chiede agli utenti cosa migliorerebbero. Lo fa tramite un sondaggio. La segnalazione è partita da un utente, tale Michael Potuck, che ha visto comparire sul proprio MacBook Pro una lista di domande.

Cos’è il Mac M1?

Il Mac M1 è il primo personal computer della Apple con un processore M1. L’Apple M1 è un “System on a chip”. Si chiamano così i circuiti integrati che, in un solo chip, contengono un intero sistema. Oltre al processore centrale, l’M1 contiene anche un chipset, controller come quello per la RAM e la circuiteria input/output. Il processore a 64 bit prodotto dalla Apple Inc. promette grandi prestazioni. A garantirle c’è un coprocessore di apprendimento “neural engine”.

Mac M1 e Windows ARM

Il grande divario di prestazioni tra i Mac con processore M1 ed il sistema Windows ARM Surface Pro X è già emerso in diversi test. Nelle operazioni quotidiane, come per esempio la conversione di un file video, l’M1 ha sbaragliato la concorrenza. Nella conversione di un file video 4K lungo 12 minuti, formato 1080p H.265, Mac M1 ha impiegando solamente 23 minuti. Surface Pro X ha impiegato ben due ore. Per recuperare terreno, Microsoft dovrà impegnarsi parecchio.

Il divario è lampante

Le cose potrebbero migliorare leggermente per Windows ARM. Impiegando una macchina con il processore più recente (lo SQ2), sviluppato congiuntamente da Microsoft e Qualcomm, le distanze potrebbero ridursi, anche se non di molto. In ogni caso il giudizio della redazione di “PC World”, esprimendosi sul divario di prestazioni tra Mac e Windows ARM, ha dato un giudizio che non farà contenta la Microsoft. Il divario è lampante. Per recuperare terreno serve un miracolo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here