Hacker: cyber-attacco ai clienti UniCredit, BPM, BNL

Negli ultimi giorni si è assistito ad un vero e proprio cyber attacco, ai clienti Unicredit, BPM e BNL.

0
2172
Hacker

Vi è mai capitato di ricevere mail con richiesta di inserimento dei vostri dati personali da parte della vostra banca, o di poste italiane? Oppure da compagnie telefoniche o di altre società molto note? Ebbene è ciò che è capitato in questi giorni ai clienti UniCredit, BPM, e BNL. Dunque si tratta di un vero e proprio attacco da parte degli hacker. Difatti moltissimi sono gli utenti che hanno ricevuto e-mail nelle quali si avvisava di imminenti chiusure del conto. O di movimenti in arrivo bloccati. 

Hacker: come avviene il furto dei dati?

Il furto dei dati personali è un fenomeno in espansione. Attualmente esistono tecniche di hackeraggio che vertono sul fattore vulnerabilità-debolezza umana. Si tratta di messaggi definiti phishing. Che consistono nel carpire informazioni personali e sensibili attraverso Internet. Con il fine di commettere illeciti bancari mediante la Rete. In pratica, si riceve una e-mail che include un link cliccabile, con il logo contraffatto simile a quello della propria banca. E che invita a fornire dati bancari, o numero di carta di credito. Adducendo varie motivazioni. E quindi inducendo il malcapitato internauta a fornire le proprie informazioni.

Come difendersi?

Dunque come difendersi da un attacco hacker? La miglior arma è la prevenzione. Ma, per prevenire è necessario conoscere quali sono le tipologie di attacchi informatici. Al fine di identificarli rapidamente e fermare la loro azione dannosa. Il cyber attacco è una manovra effettuata in modo anonimo da individui o organizzazioni. Volta a colpire sistemi informatici e dispositivi elettronici. Generalmente un attacco informatico è costituito da un malware. Ovvero un programma malevolo in grado di immettersi all’interno di un sistema senza autorizzazione.

Regole base

Pertanto non rispondere a e-mail in cui vengono richiesti dati di accesso ai conti correnti. Diffidate da questo tipo di comunicazioni e rivolgetevi direttamente al vostro istituto di credito. Nessun istituto bancario o postale invia mail per farvi aggiornare la password. O per l’invio delle proprie credenziali. Perciò se ne ricevete una, si tratta sicuramente di phishing. Eliminate tranquillamente la mail. Il consiglio è di stare molto attenti a ciò che ricevete. Prima di cliccare a caso informatevi. Cercate su Google e leggete sui forum se ciò che avete ricevuto è arrivato anche ad altri. NON siate passivi ma attivatevi nel caso in cui vi dovesse capitare qualcosa. Informando altri utenti. Solo così potremmo stare tranquilli e sfruttare in totale sicurezza le grandissime potenzialità che ci offre il web.


Leggi anche: Esperti di kaspersky prevedono attacchi MageCart o JS-skimming


LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here