Whatsapp: le nuove regole sulla privacy

0
270
Whatsapp

Se avete Whatsapp, il 7 gennaio avrete di certo ricevuto sui vostri cellulari un avviso. Quest’avviso vi chiedeva di accettare i nuovi termini» di utilizzo del servizio di messaggistica e l’informativa sulla privacy. L’avviso può essere rimosso, salvo poi tornare per ricordarvi che, chi non accetta, non potrà più usare WhatsApp a partire dall’8 febbraio.

Cosa prevede Whatsapp?

Whatsapp impone agli utenti di accettare nuovi termini di utilizzo con relativa informativa sulla privacy. I nuovi termini entreranno in vigore l’8 febbraio, ma intanto preoccupano gli utenti dell’app di messaggistica. Alcuni siti di news hanno scritto che Facebook, che possiede WhatsApp, starebbe preparandosi a gravi violazioni della privacy. Gran parte di questa preoccupazione, però, è frutto di un malinteso. WhatsApp ha mandato l’avviso a tutti i suoi due miliardi di utenti.

I termini nell’Unione Europea

Nell’Unione Europea queste modifiche non valgono. I cittadini dell’UE sono protetti dal GDPR, il regolamento europeo per la protezione dei dati personali. Con questo regolamento, la Commissione europea si propone come obiettivo quello di rafforzare la protezione dei dati personali. In che modo? Restituendo ai cittadini il controllo dei propri dati personali, semplificando il contesto normativo che riguarda gli affari internazionali, unificando e rendendo omogenea la normativa privacy dentro l’UE.

Le modifiche al di fuori dell’UE

Negli Stati Uniti e in altri paesi del mondo, i nuovi termini di cui WhatsApp creano preoccupazione perché il l’app obbliga gli utenti alla condivisione di alcuni dati con Facebook. Questo significa che tra i dati che Facebook utilizza per mostrare pubblicità personalizzate, ce ne saranno alcuni che provengono da WhatsApp. Tra questi ci saranno il numero di cellulare, la rubrica dei contatti, i messaggi di stato ed altre informazioni. La condivisione esisteva già prima, ma si poteva escludere. Ora diventerà obbligatoria.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here