Valorant chat: il gioco controllerà i vocali

0
144

Riot Games lo sviluppatore dietro lo sparatutto in prima persona gratuito (FPS) Valorant, inizierà a monitorare le chat e le comunicazioni vocali dei giocatori il 13 luglio (tramite PCGamer). La società di giochi afferma che è per aiutare ad addestrare i modelli linguistici che alla fine utilizzerà per valutare i rapporti dei giocatori in tutti i suoi giochi. Riot ha inizialmente annunciato questa modifica nell’aprile 2021 dopo aver aggiornato la sua politica della Privacy. Questo non piacerà a tutti i giocatori ma vi sveleremo che cosa succederà dettagliatamente.


Apple autunno: una valanga di nuovi prodotti


Valorant chat: che cosa succederà?

I nuovi termini danno a Riot il permesso di “registrare e potenzialmente valutare i dati vocali quando si utilizzano i canali di comunicazione vocale di proprietà di Riot” con lo scopo di combattere l’incitamento all’odio e le molestie sulla chat vocale. Riot afferma che analizzerà le registrazioni quando un giocatore segnala qualcuno per commenti offensivi o offensivi. A sua volta, questo dovrebbe aiutare l’azienda a determinare se il giocatore segnalato ha violato le sue politiche e ad agire di conseguenza. Riot non inizierà ancora a valutare i rapporti dei giocatori sulla base di queste registrazioni: sta utilizzando le informazioni raccolte per aiutare a costruire la versione beta del sistema che prevede di implementare entro la fine dell’anno. Per ora, Riot valuterà solo le conversazioni dei giocatori Valorant di lingua inglese in Nord America. L’unico modo per disattivare questo sistema è disabilitare completamente la chat vocale o utilizzare un altro strumento di comunicazione, come Discord. “Sappiamo che prima ancora di poter pensare di espandere questo strumento, dovremo essere sicuri che sia efficace e, se si verificano errori, disponiamo di sistemi per assicurarci di poter correggere eventuali falsi positivi (o negativi, se è per questo)”, osserva Riot nel suo annuncio.

I dubbi sulla privacy

Quando questo sistema verrà effettivamente implementato, Riot afferma che non “monitora attivamente le comunicazioni di gioco dal vivo” e “ascolta e rivede potenzialmente i registri vocali” solo se si viene segnalati per comportamento dirompente. Aggiunge inoltre che cancellerà queste informazioni dopo aver risolto la situazione, proprio come fa per i rapporti effettuati sui suoi sistemi di chat testuali. Tuttavia, è destinato a sollevare le preoccupazioni di alcuni giocatori sulla privacy, proprio come il sistema anti-cheat Vanguard sempre attivo che monitora la vostra attività sia all’interno che all’esterno di Valorant. Il sistema di segnalazione pianificato non è l’unico modo in cui Valorant sta tentando di reprimere i giocatori tossici. All’inizio di quest’anno, Riot ha iniziato a consentire ai giocatori di Valorant di aggiungere parole o frasi specifiche a un “elenco di parole disattivate” che dovrebbe aiutare a bloccare i contenuti offensivi nella chat.

Pagina Twitter Valorant: https://twitter.com/PlayVALORANT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here