Protezioni dei dati nell’UE: quelle di Microsoft non sono adeguate

0
159
Protezioni

Microsoft ha annunciato di avere un programma in grado di garantire l’elaborazione dei dati per i servizi cloud dell’UE che rientri nei parametri richiesti con protezioni. I piani però, hanno portato gli osservatori esperti a fare affermazioni che mostrano invece problemi con la configurazione esistente del gigante del software.

Di quali problemi parliamo?

I problemi si estendono alle organizzazioni del settore pubblico del Regno Unito che desiderano conformarsi alle linee guida del governo. Nonché alla questione dei dati personali detenuti nell’UE a cui è possibile accedere utilizzando le leggi sulla sicurezza degli Stati Uniti.

Brad Smith, il presidente e chief legal officer di Microsoft, ha avuto alcune cose da dire al riguardo.

Post sul blog di Smith per le protezioni dei dati

In un post sul blog, Smith ha spiegato che la società di software e servizi cloud, entro la fine del prossimo anno, consentirà ai clienti di EU Azure, Microsoft 365 e Dynamics 365 di elaborare tutti i loro dati entro il limite fisico del blocco. Un’affermazione del genere solleva interrogativi. Una di queste domande è: “se questo è un piano per il prossimo anno, significa che ora non siamo in sicurezza, quindi che tipo di impostazione o accordo è attualmente in atto?”.

Smith ha affermato che i servizi cloud di Microsoft sono già conformi alle linee guida dell’UE. Ha affermato che i clienti possono scegliere di archiviare i dati nell’UE con molti servizi cloud già configurati per fare lo stesso.

Scopriremo di più

Microsoft aveva già progettato i suoi servizi cloud principali per archiviare ed elaborare tutti i dati personali per i clienti del settore pubblico e commerciale dell’UE. Il piano include tutti i dati personali nella diagnostica o dati generati dal servizio e dati personali utilizzati per fornire supporto tecnico.

Ulteriori informazioni su come funziona verranno rilasciate in autunno in occasione del EU Cloud Customer Summit di Microsoft. Alcune decisioni di Microsoft nell’UE non sono conformi alle leggi del blocco e sono state definite “non lecite” da alcuni e “solo fumo e specchi” da altri.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here