App Store Windows 10: grandi cambiamenti in vista

0
556

Buone notizie per l’App Store Windows 10. Sembra che ci sarà un “significativo rinnovamento”, o così affermerebbe un report di Windows Report. Ma vediamo meglio di cosa si parla.

App Store Windows 10, cosa cambierà?

Mary Jo Foley, autrice freelance di ZDNet, in un precedente report aveva presupposto che il futuro del Microsoft Store fosse “incerto”, considerato il suo intento di abbandonare il suo Store for Business and Education. Questo però ha proseguito ridisegnando un nuovo Store, che potrebbe essere ancora riprogettato.


Paint dopo tre anni e mezzo torna in Microsoft Store


Attirare nuovi sviluppatori

Ci sono state già molte migliorie apportate allo Store, ma ancora Microsoft sta tentando di conquistare l’attenzione dei grandi sviluppatori. L’introduzione di Xbox Game Pass per pc, avvenuta dopo l’aggiornamento Windows del maggio 2019, ha migliorato significativamente la sezione giochi, permettendo agli sviluppatori di rilasciare app e giochi Win32 nello Store. Questo però risulta essere ancora inaffidabile per il download degli aggiornamenti o l’installazione di app/giochi di grandi dimensioni: inoltre, l’app UWP può risultare assai lenta.

Restrizioni da correggere

Il Microsoft Store com’è oggi richiede agli sviluppatori di impacchettare le app Win32 come MSIX. Questo limite potrebbe però venir corretto rinnovando lo Store. Secondo il rapporto, poi, Microsoft potrebbe consentire agli sviluppatori di utilizzare la propria Content Delivery Network (CDN) per spingere gli aggiornamenti delle app. Questo sarebbe un gran cambiamento.

Usare il proprio CDN

“Microsoft consentirà agli sviluppatori di inviare pacchetti .EXE o .MSI non elaborati allo Store e consentirà anche a tali sviluppatori di ospitare l’app e distribuire gli aggiornamenti tramite il proprio CDN. Questa modifica andrà a vantaggio degli sviluppatori con app che dispongono di un’auto funzionalità di aggiornamento, come Firefox o Zoom, che offre loro il controllo su come e quando gli aggiornamenti delle app o altri tipi di contenuto vengono inviati ai propri utenti” ha spiegato Zac Bowden, Senior Editor di Windows Central.

Sistema di pagamento in-app

Un altro cambiamento importante riguarda il sistema di pagamento. Agli sviluppatori sarebbe infatti consentito utilizzare il proprio, per aggirare i servizi di Microsoft e il taglio della società sulle transazioni in-app. Questo renderebbe lo Store più attraente degli altri, anche perché in questo momento Apple ed Epic Games sono in lotta su questi metodi di acquisto.

Una piattaforma aperta

“Microsoft vuole piazzare lo Store come una piattaforma aperta che consenta agli utenti di scoprire facilmente le migliori app su Windows. Le app che erano state rifiutate in passato per l’utilizzo dei propri sistemi di aggiornamento o di acquisto in-app saranno ora consentite” ha aggiunto Bowden, precisando che le app di Microsoft (Teams, Edge, Visual Studio) potrebbero a loro volta arrivare nel negozio.

Sun Valley

Sempre secondo Zac Bowden, questo nuovo App Store potrebbe vedere la luce entro la fine dell’anno, con Windows 10 versione 21H2, insieme ad un imponente aggiornamento del design del sistema operativo. Il nome in codice sarebbe Sun Valley. Tutto questo potrebbe essere annunciato ufficialmente nel corso della conferenza annuale degli sviluppatori Build il prossimo maggio, il momento perfetto per istruire gli sviluppatori di app e giochi sulla nuova piattaforma.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here