Amazon Web Services: 15 anni di successo

0
281
Amazon Web Services

Amazon Web Services consente lo streaming Netflix senza problemi. Ospita strumenti di progettazione di farmaci digitali del tipo che ha portato al vaccino di Moderna. Il Seahawks usa la sua potenza di calcolo per analizzare i dati di gioco. Memorizza un archivio digitale degli archivi di King County. E anche il Seattle Times fa affidamento su di esso per assicurarsi che il sito Web non si blocchi durante i picchi di traffico dei lettori.

Cos’è Amazon Web Services (AWS)?

La divisione Amazon (AWS) di grande successo, che ha aperto le sue attività 15 anni fa, non ha gli stessi numeri come i consumatori della spedizione in due giorni o di Prime Video.

Tuttavia è difficile sopravvalutare l’importanza di AWS per l’azienda, i consumatori e l’economia globale di Internet. Internamente, la divisione è la gallina dalle uova d’oro di Amazon. L’infrastruttura AWS supporta anche la logistica di Amazon, aiutando a instradare oltre 2,5 miliardi di pacchi ogni anno all’indirizzo giusto (il più delle volte), per non parlare di quasi tutte le altre operazioni di Amazon.

Amazon Web Services per tutti

Su scala più ampia, il lancio di AWS ha rivoluzionato l’economia del business basato sul Web creando un settore da 300 miliardi di dollari, il cloud computing. Quasi tutte le grandi aziende e agenzie governative del paese utilizzano una qualche forma di servizi di cloud computing.

I servizi di cloud computing sono “gateway”, ha affermato Chirag Shah, professore della University of Washington Information School. “Senza di loro, è davvero difficile essere vivi come azienda.”

Origini di AWS

Man mano che AWS è cresciuto, ha sviluppato le proprie icone e storie di origini, molte delle quali intessute nel tessuto di Seattle.

Un possibile punto di partenza per il racconto è al McMenamins Six Arms su Capitol Hill intorno al 2005, quando il tecnologo senior di AWS Allan Vermeulen ha abbozzato i principi di progettazione iniziali per un servizio chiave di cloud computing. La fornitura illimitata, pay-as-you-go archiviazione dei dati. L’ha annotata sul retro di un tovagliolo mentre si beve una Hammerhead Ale . (Vermeulen si è ritirato dalla società questo mese).

I punti di forza

I semi per quello che sarebbe diventato AWS, tuttavia, erano stati piantati anni prima. Nella consapevolezza di Amazon che l’aumento della potenza di calcolo e l’offerta di servizi basati su Internet agli sviluppatori di software erano tra i suoi punti di forza. All’inizio degli anni 2000, gli ingegneri del software Amazon si lamentavano di dedicare troppo tempo alla creazione e alla manutenzione dell’infrastruttura digitale.

In parte per affrontare i propri problemi crescenti, Amazon ha centralizzato il processo di creazione di data center affidabili ed economici e offre servizi come la gestione dei database. In modo che i propri team potessero concentrarsi sulla progettazione di prodotti per attirare più consumatori su Amazon.com. Allo stesso tempo Amazon stava facendo le sue prime incursioni nel marketing dell’infrastruttura digitale come servizio. La società ha iniziato a collaborare sul web design con partner di vendita al dettaglio, come Target, nel 2001, fornendo infine ai principali commercianti strumenti per creare i propri siti di e-commerce sulla piattaforma di Amazon.

Una trovata geniale

Nel marzo 2002, Amazon ha lanciato una funzionalità destinata agli affiliati di marketing. Terze parti che guadagnano piccole commissioni ogni volta che i clienti acquistano un prodotto Amazon.com tramite collegamenti sui loro siti. Consentendo loro di ricevere dati di prodotto estesi che potevano incorporare nel proprio codice siti web.

Quasi immediatamente, gli sviluppatori di software hanno escogitato modi innovativi per visualizzare il catalogo Amazon in continua espansione sui loro siti. Un gioco ha sfidato i consumatori a nominare l’autore, il film o l’artista della registrazione in base alla copertina visualizzata sullo schermo. Un’altra pagina ha permesso ai clienti di creare scaffali virtuali dei loro prodotti Amazon preferiti.

I primi servizi web

“Letteralmente ore dopo il rilascio di questa funzione, sapevo che eravamo su qualcosa di grande e che il nostro esperimento avrebbe superato di gran lunga le nostre aspettative”, ha detto Bryar in “Working Backwards”, scritto insieme a un altro ex amazzone, Bill Carr.

Jeff Barr, che ha iniziato la sua carriera nel mondo dell’informatica lavorando come bidello adolescente presso il Retail Computer Store di Greenlake, è ora il responsabile della spiegazione di AWS. Conosciuto per il caratteristico look dai capelli viola che ha sfoggiato tra il 2017 e il 2019 e il suo profondo amore per i Lego, Barr è l’autore di migliaia di post sul blog che evangelizzano le nuove funzionalità di AWS, almeno uno che utilizza i diorami Lego come immagini.

“Quando abbiamo dato [agli affiliati di marketing] l’accesso ai servizi web, hanno potuto creare le loro visualizzazioni grafiche davvero interessanti del catalogo”, ha detto Barr. “Ci mandavano traffico e noi mandavamo loro denaro. Ha creato per la prima volta un circolo virtuoso nello spazio dei servizi web “.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here