AirTag: arriva il primo tracker targato Apple

0
389
AirTag

Apple annuncia il suo primo dispositivo di tracciamento: si chiama AirTag e aiuterà tutti noi sbadati a ritrovare gli oggetti smarriti.

AirTag: cos’è?

AirTag è un dispositivo di tracciamento sviluppato da Apple. L’AirTag è progettato per ritrovare chiavi ed altri prodotti smarriti. Apple ne ha annunciato il rilascio il 20 aprile, aggiungendo che il prodotto dovrebbe essere disponibile dal ​​23 aprile nell’evento “Spring Loaded”. Si tratta del prodotto più economico di Apple (29 dollari è il prezzo annunciato). Prendendo Tile e altri tag di tracciamento degli oggetti, il sistema di Apple mescola un po’ di intelligenza della realtà aumentata con l’enorme numero di suoi dispositivi in ​​natura. Questo renderà molto più facile trovare chiavi, borse, bagagli o qualsiasi altro oggetto che dovessimo smarrire. Sono inoltre progettati per resistere alla polvere e all’acqua.

AirTag: estremamente preciso

Oltre a raggiungere il metro di profondità e a restarci indenne fino a un massimo di 30 minuti, l’AirTag si accoppia con un iPhone nello stesso modo degli AirPods. Un pop-up ci chiede di connettere il localizzatore, noi aggiungiamo un nome (ad esempio “chiavi della macchina”) e lo vedremo visualizzato in “Trova il mio app”. Una delle caratteristiche di cui Apple va più fiera, e che è l’essenza del dispositivo, è la ricerca di precisione. Il nuovo nato in casa Apple utilizza il chipset U1 nel tracker per mostrarci quanto siamo vicini all’AirTag e la direzione in cui esso si trova.

Chi può usufruire del tracciamento

Per beneficiare della tecnologia di estrema precisione, dunque, avremo bisogno di un iPhone con un chipset U1. Se non disponiamo di un modello di iPhone tra i più recenti, la nostra esperienza di tracciamento risulterà un po’ meno precisa.

E per finire, il design dell’AirTag: un disco con il logo Apple su un lato. Semplice come ritrovare le chiavi smarrite.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here